X


Nero a metà, Claudio Amendola rompe il silenzio: “Tristezza e malinconia”

Scritto da , il 16 Giugno, 2020 , in Interviste
foto Claudio Amendola Nero a metà

Nero a metà, Claudio Amendola confessa: “Un misto di felicità, tristezza e malinconia”

Claudio Amendola sarà protagonista questa sera su Rai1 della fiction Nero a metà, trasmessa in replica. La seconda stagione della serie tv sarebbe dovuta andare in onda a marzo, mentre la terza potrebbe essere pronta per essere girata. In questi mesi segnati dall’emergenza sanitaria, Claudio Amendola ha ammesso sulle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni di essere stato sempre a casa, anche adesso cerca di muoversi solo per necessità per “non contribuire a questo tripudio di incontri”. L’attore romano ha ammesso di essersi intrattenuto molto con la tv, le serie ma anche i vecchi film del padre. Proprio su di lui Claudio Amendola si è sfogato sottolineando:

“Ogni volta è un misto di felicità, tristezza e malinconia. Rivedere papà mi fa sempre effetto. Uno si abitua ai lutti ma ci sono tante cose che mi sarebbe piaciuto vedesse”.

Anticipazioni Nero a metà: quando andrà in onda la seconda stagione e tutte le novità sulla terza

Nero a metà 2 sarebbe dovuto essere trasmesso la scorsa primavera, ma la seconda stagione è stata posticipata il prossimo autunno. La pandemia ha rivoluzionato tutto, compresi i palinsesti televisivi, Claudio Amendola però ha voluto lanciare qualche anticipazione sulla seconda stagione di Nero a metà:

“Nelle nuove puntate, posso anticipare, ci saranno nodi incredibili nella storia”.

Claudio Amendola ha sottolineato che per sciogliere i nodi della nuova stagione di Nero a metà ne servirà una terza che sarebbe già in cantiere:

“A gennaio 2021 dovremmo cominciare a girarla, non so se con le mascherine o se si tornerà alla normalità”.

Claudio Amendola svela i suoi prossimi progetti dopo Nero a metà

Oltre alla terza stagione di Nero a metà, Claudio Amendola, che si è sfogato da noi a ruota libera di recente, ha raccontato di avere in cantiere anche un film: il seguito di “Come un gatto in tangenziale”. Claudio Amendola ha ammesso di aver scritto “due o tre cose da coltivare” ma di essere comunque sereno.