X


Reazione a catena: i Sali e Scendi salvi per un soffio. Liorni: “Peccato”

Scritto da , il 30 Giugno, 2020 , in Programmi Tv
foto Sali e Scendi 30 giugno

Reazione a catena: i Sali e Scendi si confermano campioni ma non vincono. Marco Liorni: “Peccato”

E’ andata in onda oggi, martedì 30 giugno 2020, la seconda puntata di Reazione a catena 2020, con la conduzione di Marco Liorni e il ritorno dei Sali e Scendi, campioni in carica da ieri, di nuovo in gara al quiz dopo la loro partecipazione risalente alla scorsa edizione (sono tornati, appunto, come campioni in carica). E quella odierna è stata una ‘quasi’ vittoria abbastanza sudata per i Sali e Scendi (Alessandro, Antonio e Pierluigi), poiché sono riusciti a difendere il loro titolo per una sola risposta in più (17 a 16) rispetto agli sfidanti, i Tran Tran. Tuttavia non hanno dato la risposta corretta al gioco dell’ultima catena. Marco Liorni ha quindi commentato la vittoria sfumata asserendo: “Peccato. Coraggio però, ragazzi. Ci riproverete domani”.

Marco Liorni parla di Italia Si durante l’intesa vincente nella seconda puntata di Reazione a catena

Partendo da ‘ACUTO’, con ‘ST___O’ a disposizione, i campioni di Reazione a catena (Sali e Scendi) nella seconda puntata hanno chiesto al padrone di casa Marco Liorni l’acquisto del terzo elemento, che si è poi rivelato essere ‘TITOLO’. Hanno quindi dato ‘STUDIO’ come risposta, ma la parola corretta, svelata pochi minuti dopo da Marco Liorni, era invece ‘STRILLO’. Dunque i tre ragazzi non hanno vinto neanche stasera.
Poco prima, durante l’intesa vincente, Marco Liorni ha fatto invece un riferimento a Italia Si, dicendo “il sabato è il giorno di Italia Si”, in quanto ‘SABATO’ era la definizione di uno dei quesiti.

Marco Liorni fa una battuta sugli spettatori ‘virtuali’ di Reazione a catena: “Alcuni hanno ancora…”

Giocando invece con un’altra parola nel corso della seconda puntata della nuova edizione di Reazione a catena, ossia ‘NATALE’, Marco Liorni, riferendosi ai 32 spettatori del quiz collegati tramite skype dalle loro case, ha asserito scherzosamente: “Alcuni di loro hanno ancora gli addobbi natalizi in casa”.