X


Mare fuori, Carolina Crescentini anticipa: “Filo sottile tra bene e male”

Scritto da , il 23 Settembre, 2020 , in Serie & Film Tv
foto Mare Fuori Carolina Crescentini

Anticipazioni Mare fuori, Carolina Crescentini: “Il confine fra bene e male è spesso labile”

Una nuova fiction Rai si appresta a sbarcare in tv. Si tratta di Mare fuori stasera su Rai2, con protagonista Carolina Crescentini che ha parlato del progetto a La Stampa. Il genere di Mare fuori è un prison drama, ambientato in un carcere minorile, che racconta storie di ragazzi difficili. La Crescentini interpreta il direttore del carcere, ben consapevole della difficoltà di educare adolescenti che hanno commesso degli errori. Nel raccontare Mare fuori Carolina Crescentini ha spiegato che il carcere minorile dovrebbe essere per i ragazzi un momento di passaggio. Ma è anche un luogo che ha il compito di cambiarli. A tal proposito la Crescentini ha detto:

“Quando si è adolescenti il confine fra bene e male è spesso labile, un filo sottile”.

Carolina Crescentini su Mare fuori svela: “E’ il bosco delle favole che bisogna attraversare per crescere”

La preparazione del progetto Mare fuori non è stata semplice. Tra i momenti più impegnativi Carolina Crescentini racconta alla Stampa l’incontro con i ragazzi del Nisida, il carcere minorile di Napoli. La Crescentini su quel momento ricorda:

“I ragazzi si sono aperti, così come gli operatori e gli agenti penitenziari. Anche il direttore della struttura, che lavora in condizioni disagiate, cerca di dare ai ragazzi la consapevolezza di non essere soli”.

Infatti la nuova fiction racconta non soltanto le storie dei ragazzi che devono scontare una pena, ma anche tutto il resto del carcere minorile. Quindi tutte le difficoltà che incontra il personale che lavora e collabora all’interno. Sul titolo scelto per la serie Carolina Crescentini svela: “Il mare fuori è il bosco delle favole che bisogna attraversare per crescere. E’ anche quello che si vede oltre le sbarre”.

Mare fuori, Carolina Crescentini ammette: “Sono luoghi che la società tende a dimenticare”

Il ruolo che Carolina Crescentini interpreta in Mare fuori è molto diverso dai suoi precedenti lavori, e l’attrice ha confessato la fatica per entrare nella parte. Nel dedicarsi a questo progetto la Crescentini, inoltre, ha potuto toccare con mano le difficoltà dei carceri minorili. A tal proposito l’attrice ha detto:

“Sono luoghi, gli istituti di pena, che la società tende a dimenticare. Noi non voltiamo lo sguardo”.