X


L’allieva 3, Sergio Assisi svela: “Farà emergere lati oscuri”

Scritto da , il 18 Ottobre, 2020 , in Serie & Film Tv
Foto L'allieva 3 Sergio Assisi Giacomo

Sergio Assisi, confessione sul personaggio de L’allieva 3: “Figura poco lineare”

Il ritorno de L’allieva 3 con Lino Guanciale e Alessandra Mastronardi è stato una conferma, in termini di ascolti. Tanti i personaggi nuovi approdati nella fortunata fiction di Rai1. Tra questi c’è Sergio Assisi, che interpreta Giacomo Conforti, il fratello di Claudio. L’attore de L’allieva 3 ha raccontato alcune curiosità sul suo personaggio a TeleSette. Giacomo, già dalle prime puntate, appare ai telespettatori come una persona che non vive bene la vita frenetica di una grande città. Il fratello di Claudio è stato infatti per lungo tempo all’estero, per occuparsi di bambini in condizioni di povertà. Tuttavia, anche se fino ad adesso il personaggio è apparso solo positivo, Assisi avverte:

“Farà via via emergere lati oscuri. E’ una figura poco lineare e forse lo amo proprio perché ha molto di me”.

L’allieva 3, Sergio Assisi: “Giacomo Conforti è senza sovrastrutture”

Stando a quanto racconta Sergio Assisi, il pubblico non ha ancora visto tutto del suo personaggio. Dunque di Giacomo Conforti c’è ancora molto da capire e scoprire ne L’allieva 3, e determinanti saranno le prossime puntate. Sul nuovo personaggio de L’allieva l’attore ha detto:

“La cosa più interessante di Giacomo è il suo essere senza sovrastrutture, abituato all’informalità e a rimanere sempre se stesso. Anche a costo di non essere politically correct”.

L’allieva 3 anticipazioni, Sergio Assisi: “Non sono l’uomo delle serie Tv”

Il personaggio di Giacomo Conforti è ancora avvolto nell’ombra. Nonostante si sia mostrato ne L’allieva 3, fino ad ora, buono e positivo, la realtà potrebbe non essere questa. In effetti Sergio Assisi ha già svelato che romperà l’equilibrio tra Alice e Claudio, ma tanto c’è ancora da vedere. L’attore ha raccontato come non sia stato semplice approdare ad una fiction arrivata alla sua terza stagione. E sulla possibilità che il suo personaggio si faccia strada fino alla prossima stagione de L’allieva l’attore frena:

“No, no. E’ la mia sorte: o faccio film secchi o entro alla fine di una serie. Mai che prenda una linea fortunata da 20 stagioni. Insomma, non sono l’uomo delle serie Tv”.