X


Stefano Oradei rompe il silenzio: “Dopo Ballando con le stelle vorrei condurre”

Scritto da , il Settembre 10, 2021 , in Ballando con le Stelle
foto Stefano Oradei a Detto Fatto

Ballando con le stelle, Stefano Oradei rompe il silenzio sul suo futuro: “Dopo mi piacerebbe condurre, l’idea è di crescere”

E’ stato un talento molto precoce della nostra danza Stefano Oradei. All’età di 13 anni, infatti, mostrava già un grande talento che lo portava a trionfare in quasi tutte le competizioni alle quali partecipava. La grande popolarità televisiva, però, l’ha ovviamente raggiunta grazie a Milly Carlucci e a Ballando con le stelle. Quest’estate ha poi avuto modo di mettersi alla prova con una sua rubrica a Unoweekend, che ne ha fatto emergere delle qualità nascoste e che fanno pensare a un suo futuro possibile, sulla falsariga di Samanta Togni, da conduttore. Queste le sue parole in un’intervista su Mio:

Assolutamente sì, l’idea è di crescere. Io sono un ballerino professionista e ho totale rispetto per chi fa il conduttore di mestiere come Beppe Convertini. Quindi prima di tutto dovrei prepararmi, ma poi perché no?

Stefano Oradei sui prossimi concorrenti di Ballando con le stelle: “Non do peso al Totonomi che impazza”

Ogni anno, data la curiosità che il format è da sempre in grado di destare nel pubblico, si fanno molte ipotesi sui possibili nomi il lizza per una partecipazione a Ballando con le stelle. Stefano Oradei, veterano del programma, ha però ormai imparato a non dare molto peso a quanto viene scritto dai giornali:

Ho letto tanti nomi sul web, ma spesso succede che nel momento dell’ufficializzazione ce ne sia al massimo uno su venti di sui si era parlato. Non do peso al Totonomi che impazza.

Ballando con le stelle, Stefano Oradei: “Lo stile che amo di più è il latino americano”

Di recente, Stefano Oradei aveva detto la sua su Milly Carlucci. Adesso, invece, in un’intervista sul periodico Mio, il ballerino parla della sua passione:

Lo stile che amo di più è il latino americano: è quello nel quale sono più preparato e che ho fatto in 30 anni di carriera.