La prova del cuoco, ricette 4 marzo 2015: tutti i piatti di oggi con Luisanna e Barzetti

By on marzo 4, 2015
foto la prova del cuoco takanobu e zoppolatti

Metà settimana a La prova del cuoco. La puntata del mercoledì parte con Chi Batterà lo Chef. Gilberto Rossi sfida due cuochi amatoriali, che cercano di portarsi a casa il montepremi. L’ingrediente segreto di oggi, proposto da Paolo Massobrio e da utilizzare completamente, è la paprika, abbinata alla carne di pollo. Luisanna Messeri, Anna Moroni e Sergio Barzetti completano la rassegna di ricette di oggi. Cosa prepareranno i maestri di cucina? Vediamo insieme i piatti de La prova del cuoco del 4 marzo 2015.

Ricette Luisanna Messeri, Colazione del Buttero (frittatona di uova, salsicce e fagioli). Ingredienti: 200 g di fagioli borlotti, 2 patate rosse, 3 salsicce fresche, 6 uova, 2 spicchi d’aglio, 1 mazzetto di salvia, 2 cucchiai di grana, olio extravergine d’oliva, sale e pepe nero, 2 peperoncini rossi freschi, 2 peperoncini verdi freschi, 2 mazzi di cime di rapa lessate e strizzate.

Mettiamo i fagioli a bagno, 12 ore prima della cottura, quindi lessiamo in acqua salata. Lessiamo poi le patate, spelliamole e tagliamole a dadini. Pratichiamo dei fori nelle salsicce e lessiamo per 10′, dopodiché togliamo la pelle e rosoliamo – tagliate a pezzetti – con uno spicchio d’aglio schiacciato. Facciamo ora insaporire le patate e i fagioli nella stessa padella della salsiccia, con una foglia di menta. Sbattiamo le uova, aggiustiamo di sale e pepe, e versiamole sulle verdure. Cuociamo la frittata girando almeno una volta. Serviamo decorando con le rape lessate o ripassate in padella.

foto_frittatona_luisanna

Ricette Anna Moroni, Girandoline con feta e spinaci. Ingredienti: 12 fogli di pasta fillo, 500 g di spinaci, 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, 8 cipolline novelle, 375 g di feta, 25 g di grana, pepe nero.

Cuociamo gli spinaci e strizziamoli. Stufiamo le cipolle con un filo d’olio, aggiustiamo di sale e pepe quindi uniamo gli spinaci e la feta sbriciolata. Spennelliamo la pasta fillo con olio extravergine d’oliva, farciamo con il ripieno sul lato lungo. Pieghiamo le estremità laterali verso l’interno e arrotoliamo la pasta, stringendo bene il rotolo. Diamo la forma a spirale e inforniamo per 15′ a 200°C.

Ricette Sergio Barzetti, Stinco di vitello arrosto. Ingredienti: 1 stinco di vitello, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 3 carote, 1 pomodoro, 1 bicchiere di vino, 1 mazzetto composto da rosmarino, salvia, timo e alloro, 2 pezzi di biancostato di vitello, 1 cucchiaio di farina, 2 mestoli di brodo, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Prepariamo il battuto di sedano, carota e cipolla. Puliamo lo stinco, saliamo, pepiamo e facciamo rosolare in una teglia da arrosto in modo da farlo dorare su tutti i lati. Unire il biancostato (punta di petto), facciamo rosolare bene e sfumiamo con il vino bianco. Bagniamo con il brodo. Cuociamo lo stinco in forno preriscaldato, a 180°C per 1 ora e 15′, bagnando di volta in volta con il fondo di cottura. A metà cottura, uniamo sedano, carota e cipolla. Scoliamo poi lo stinco e facciamolo riposare coperto con la carta alluminio. Riportiamo la teglia sul fuoco, togliendo il biancostato e le verdure. Spolveriamo con un po’ di farina e facciamo tostare, bagniamo con il vino bianco di tanto in tanto, lasciamo evaporare. Copriamo completamente con acqua, aggiungiamo i pomodori tagliati a pezzetti, un mazzetto di erbe aromatiche e due mestoli di brodo. Portiamo a ebollizione. Facciamo cuocere mezz’ora, sgrassando spesso. Filtriamo poi il liquido di cottura e facciamo ridurre, schiumando se necessario. Serviamo lo stinco con la salsa.

Se volete portare in tavola uno dei piatti di ieri, non perdete le ricette de La prova del cuoco del 3 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *