Massimo Ranieri al top: picco d’ascolti ogni sabato aspettando Sogno e Son Desto 3

By on agosto 15, 2015
foto massimo ranieri

Massimo Ranieri: il napoletano doc è il re del sabato sera degli italiani

Il successo che lo travolse, ignaro e ventenne, più di quattro decadi fa, è lo stesso di cui gode tutt’oggi: passata la soglia dei sessanta, adesso come allora, Massimo Ranieri assapora con gioia e soddisfazione il trionfo del suo spettacolo “Sogno e son desto 2”, ed è incredibile quanto straordinario il fatto che sia un trionfo con numeri da diretta, nel momento in cui invece il 16,44% di share (pari a 2.235.000 telespettatori) si riferisce ai due milioni di italiani che ogni sabato di questa torrida estate scelgono le repliche di Ranieri alle dirette dei programmi attuali. All’interno del grande contenitore di “Sogno e son desto”, giunto per l’appunto alla sua seconda edizione, si ammira un Massimo Ranieri che sprigiona un’energia e una verve da far invidia a un ventenne: il suo show piace perché ricorda quelli di una volta, con Mina e Corrado, ma con una marcia in più che strizza l’occhio alla modernità. Quello di Ranieri è un moderno Carosello, che spinge il pubblico odierno, così come faceva quello del secolo scorso, a sbrigare di corsa la cena ed accoccolarsi sul divano in attesa di uno spettacolo che cattura perché sempre a gamba tesa sull’attualità, pur conservando però quella patina di fascino antico che un po’ gli smoking di Ranieri, un po’ la disposizione dell’orchestra, un po’ alcuni ospiti, un po’ la scenografia, un po’ la scelta di uno studio non eccessivamente grande, piacevolmente ricordano.

Sogno e Son Desto: le chiavi del successo dello show che piace a grandi e piccini

Il target a cui si rivolge “Sogno e Son Desto” è trasversale così come lo è la scelta degli ospiti: l’estrema e meravigliosa versatilità di Ranieri gli consente di gestire con abilità e maestria momenti di televisione alti e diversi fra loro. Si può infatti godere di uno sketch con Morgan in cui i due musicisti duettano assieme ricordando Buscaglione, ed assistere poco dopo ad un’intensa lettura di qualche brano di Alda Merini o Oriana Fallaci, per passare quindi alla riproposizione di qualche brano, ballato e cantato, che riporta in auge la napoletanità più pura che contraddistingue Ranieri e quindi la sua tradizione, fino ad un duetto rock con Gianna Nannini o Irene Grandi. Più di quarant’anni sulle scene, teatrali, musicali e televisive, e Massimo Ranieri, nome d’arte di Giovanni Calone, non ha la benché minima intenzione di risparmiarsi al suo pubblico, sempre più fedele: come si deduce dal suo profilo facebook, il mattatore Ranieri è già addetto ai lavori del suo “Sogno e Son Desto 3”, che vedrà la luce sul piccolo schermo a gennaio 2016. Attualmente Massimo Ranieri è impegnato in un lungo tour itinerante di “Sogno e Son Desto”, che tocca moltissime città dello stivale e che lo vede accompagnato da parte della sua storica orchestra composta da Max Rosati e Andrea Pistilli (chitarre), Luca Trolli (batteria), Alessandro Golini (violino), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso e contrabbasso), Donato Sensini (sax) e Stefano Indino (fisarmonica). Tutte le info sono consultabili sul sito massimoranieri.it.

About Francesca Amodio

Francesca Amodio nasce a Monterotondo (Rm) il 04/03/1991. Dopo gli studi classici, nel 2014 si laurea in editoria e giornalismo all'università "La Sapienza" di Roma. Esperta di costume, musica e moda, oltre ad essere redattrice de "La nostra Tv" è redattrice della rivista musicale "Just Kids".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *