Lino Guanciale su La porta rossa: “L’ansia cresce”

By on marzo 21, 2017
Foto La porta rossa Lino Guanciale

Lino Guanciale: il nuovo progetto dopo La porta rossa

Domani sera andrà in onda l’ultima attesissima puntata de La porta rossa. La fiction rivelazione dell’anno televisivo in corso promette un finale pieno di suspence e colpi di scena. Lino Guanciale sta facendo il conto alla rovescia sul suo profilo Facebook dove ieri ha scritto:

“-2 all’ultima puntata de La porta rossa…l’ansia cresce? Pazienza ancora per pochissimo”.

Guanciale si trova a Napoli dove sta ultimando le riprese di un cortometraggio “Il regalo di Alice”. Il corto, diretto da Gabriele Marino, ha come protagonisti Guanciale e Valentina Carnelutti. “Il regalo di Alice” affronta il tema del divorzio tra due genitori visto con gli occhi della figlia piccola appassionata di cinema. Grazie al suo talento per il montaggio, la piccola creerà un mondo parallelo di serenità familiare. Subito dopo, probabilmente, Lino Guanciale tornerà sui set de “L’allieva” con Alessandra Mastronardi e “Non dirlo al mio capo” con Vanessa Incontrada.

La porta rossa: l’ansia di Lino Guanciale per l’ultima puntata

Lino Guanciale, ancora una volta, ha dimostrato di essere il Re Mida della fiction italiana: dove c’è lui il successo è assicurato. Guanciale si è calato perfettamente nei panni di Leonardo Cagliostro, il commissario di polizia ucciso durante una sparatoria. Il suo fantasma è rimasto sulla terra per indagare sulla sua morte e per proteggere la moglie Anna (Gabriella Pession) che rischia di fare la sua stessa fine. Chi ha ucciso Cagliostro? Domani si scoprirà che è stato Piras (Ettore Bassi) o ci sarà un ulteriore colpo di scena? La visione di Cagliostro davanti alla porta rossa sta per compiersi: il suo assassino punta una pistola alla tempia ad Anna e spiega perché l’ha ucciso. Anna morirà? In attesa di scoprire se ci sarà una seconda stagione de La porta rossa, domani è imperdibile l’ultima puntata della fiction.

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *