X


La prima puntata de Le vite degli altri, su La7 con Angela Rafanelli: quando la Tv ti apre gli occhi

Scritto da , il 15 Maggio, 2011 , in Programmi Tv
logo de le vite degli altri su la7

text-align: center;”>angela rafanelli conduce le vite degli altri su LA7 Foto

Martedì 10 maggio alle 00.10, su La7 è andata in onda la prima puntata de Le vite degli altri, programma di Sabrina Mancini, targato Toro Produzioni. Solo oggi, grazie al sito del canale, sono riuscito a vedere questo docu-drama e mi scuso con i nostri lettori per il ritardo. Le vite degli altri è condotto dalla ex iena Angela Rafanelli e sono previsti altri 5 appuntamenti. La Rafanelli racconterà la vita di qualcuno, non solo con le telecamere da semplice cronista, ma immedesimandosi completamente: vivrà ogni puntata per 30 giorni 24 ore su 24 con questa persona, condividendo tutto, il cibo, le abitudini e lo stile di vita. Nella prima puntata la presentatrice si è calata nei panni di una prostiuta Romena, Magda che da quattro anni lavora in Italia. Oltre ad accompagnarla sulla strada, Angela ha dormito con lei nella sua baracca, vicino ai binari del treno a Rho, mangiato all’aperto, conosciuto i suoi parenti e soprattutto ha parlato con lei.

La puntata è stata forte, intensa, con immagini dirette e toccanti. Magda dopo un pò di diffidenza si è aperta con Angela, ci ha spiegato che fa questo mestiere per guadagnare soldi per tornare dal figlio di 2 anni lasciato in Romania. Attraverso gli occhi di Magda abbiamo visto quanto possa essere inumano questo lavoro, le umiliazioni che ha dovuto subire e che subisce continuamente.

La conduttrice è stata bravissima, si è immedesimata senza giudicare, senza puntare il dito contro ad una ragazza che non va fiera di quello che fa. Angela si è commossa dopo che Magda, disgustata, è stata con un cliente, le ha regalato una notte di albergo, prima di accompagnarla al pullman che la riportava in Romania dalla sua famiglia.

Le vite degli altri, un programma 10 e lode, sia per l’idea, la presentatrice e soprattutto il montaggio di questi 30 giorni riassunti in un ora di trasmissione. Il format farà con il tempo discutere, visto che la Rafanelli nelle prossime puntate ci racconterà ad esempio le vite de malati mentali, delle donne soldato e si fingerà una giovane star dei film per maggiorenni.

Le vite degli altri, un programma Bordeline, fuori dal coro, che fa bene a noi e alla Tv!