X


E’ Luisa Ranieri la nuova conduttrice di Amore Criminale

Scritto da , il Marzo 7, 2012 , in Programmi Tv Tag:,

text-align: justify”>RanieriLuisa Ranieri. Segni particolari: compagna di Luca Zingaretti.  Mestiere: attrice. Progetti futuri: conduttrice di Amore Criminale. Ebbene sì, sarà proprio la bella interprete napoletana a prendere tra le mani il timone della trasmissione finora condotta da Camila Raznovich. E quest’ultima a dirla tutta, dando anche molta fiducia alla robustezza del programma, l’aveva previsto: “Credo che il mio posto verrà preso da una giornalista o un’attrice, piuttosto che da una ‘classica’ conduttrice”. La nuova stagione di Amore Criminale , al via dal 24 Marzo sempre su Rai3, sarà dunque condotta dall’attrice e neo-mamma Luisa Ranieri e chissà che proprio il suo mestiere non riesca a dare quel tocco in più nel racconto delle storie di orribili omicidi a sfondo passionale che si alternano nello studio. Le puntate, come sempre, saranno infatti incentrate a restituire un nome e donare un volto alle donne vessate, maltrattate e che hanno spesso perso la propria vita per mano dell’uomo che amavano.

Destini ingiusti e crudeli quelli che vedono protagoniste queste donne, e le loro storie, come sempre, saranno raccontate attraverso le più fedeli ricostruzioni e l’utilizzo di attori e comparse pronti a riproporre quanto meglio l’accaduto. Le anticipazioni riguardanti le prime puntate rivelano che, tra le altre, sarà raccontata la storia di una doppiatrice romana perseguitata da uno stalker bresciano.

[imagebrowser id=1366]

Proprio per questo motivo le riprese, già avvenute nei giorni scorsi, si sono alternate tra Brescia e Roma, utilizzando come set anche la Chiesa di San Cristo, famosa chiesa del capoluogo lombardo. A interpretare la donna è l’attrice bresciana Laura Mantovi, mentre Matilde D’Errico, coautrice della trasmissione e regista di questa docu-fiction,  spiega che si tratta di un caso pesantissimo di stalking e che alla finzione, o meglio alla ricostruzione, saranno affiancati brani dell’intervista alla vera protagonista della vicenda.

La trasmissione è ormai uno dei punti forti di Rai3, e proprio per questo motivo, dopo un inizio in seconda serata, è passata direttamente alla prima, grazie ad una media di share del 16% e numerosi picchi in grado di raggiungere anche il 30%. Il cardine su cui si muove è il gran numero di omicidi che avvengono ogni anno in Italia: gli ultimi dati affermano che nel nostro circa centotrenta donne muoiono annualmente per mano del proprio partner, una donna ogni tre giorni. E quello a cui punta maggiormente il programma è la fedele ricostruzione affiancata dagli interventi di coloro che hanno davvero a che fare con la vicenda, per dare allo spettatore una visione completa. Filo conduttore di tutto ciò, la conduttrice, alle prese con i riepiloghi e ulteriori dettagli. Il debutto di Luisa Ranieri è quindi prossimo. Riuscirà l’attrice napoletana a essere meritevole dell’incarico e, magari, diventare uno dei nuovi volti della conduzione italiana?