X


Amore Criminale cerca attori: casting per la docufiction di Barbara De Rossi

Scritto da , il Maggio 27, 2015 , in Programmi Tv Tag:, ,
foto Barbara De Rossi Amore Criminale

Al via i casting per Amore Criminale. La trasmissione nata nel 2007, con la conduzione di Camila Raznovich e poi di Luisa Ranieri, porta oggi il volto inconfondibile di Barbara De Rossi. Il programma, che lunedì ha raccontato le storie drammatiche di Alessandra e Marianna, e lo scorso 18 maggio ha ripercorso le vite di Antonella e Samuela, è alla ricerca di nuovi attori per raccontare i casi di donne, purtroppo, oggetto di violenze. Il programma targato Rai 3, si avvale infatti di ricostruzioni filmate e materiale documentaristico per ricostruire il dramma vissuto dalle vittime di legami malati.

Amore Criminale è alla ricerca di artisti per la prossima puntata. In particolare si cercano uomini e donne tra i 20 e i 60 anni residenti a Bologna o nei dintorni. Per partecipare alle selezioni occorre inviare il proprio curriculum vitae con dati personali, recapiti e due foto a colori, una in primo piano e una a figura intera. Le domande vanno inviate all’indirizzo e-mail: [email protected].

I candidati ricercati sono in particolare: donne con un’età compresa tra i 50 e i 55 anni di statura e corporatura media, con capelli biondi e occhi castani, e uomini tra i 40 e i 45 anni, di statura media e corporatura normale, con capelli brizzolati e occhi scuri. Il casting si terrà in un’unica data a giugno e l’indirizzo, l’ora e il luogo del provino verrà inviata tramite mail a chi avrà proposto la propria candidatura.

Amore Criminale prosegue il suo impegno a tutela delle donne vittime di violenza, un proposito portato avanti dal 2007 ad oggi, grazie alla collaborazione attenta dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Negli anni la trasmissione ha ricevuto continue testimonianze di vittime e persone vicine a chi ha vissuto momenti drammatici. Arrivato alla 16° edizione, e approdato in prima serata nel 2012, il programma di Rai 3, continua a raccontare storie di donne che sono sopravvissute alla violenza, riprendendo in mano la propria vita; trattando anche casi di chi purtroppo è rimasto vittima della follia omicida.