X


Pagelle Festival di Sanremo 2017: promossi e bocciati

Scritto da , il 7 Febbraio, 2017 , in Festival di Sanremo
Foto Carlo Conti e Maria De Filippi

Sanremo 2017, le pagelle: il CorSera boccia Elodie e Zarrillo

Stasera finalmente si alzerà il sipario sulla sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo. Padroni di casa Carlo Conti, per il terzo anno consecutivo, e Maria De Filippi. I giornalisti possono ascoltare i brani in gara in anteprima. Andrea Laffranchi, autorevole critico musicale del Corriere della Sera, ha stilato le pagelle sulle canzoni dei 22 Big in gara. Ecco promossi e bocciati di Sanremo 2017 secondo Laffranchi. Ermal Meta, voto 8: è la storia, pare autobiografica, di violenza in una famiglia dove un padre picchia la moglie e i figli. Samuel, voto 8: pop elettronico con taglio internazionale. Fiorella Mannoia, voto 7,5: favorita per la vittoria, non il suo miglior brano ma la sua presenza conta. Francesco Gabbani, voto 7,5: farà ballare l’Ariston. Chiara, voto 7: la sua voce per raccontare una generazione che fugge dalla provincia. Raige e Giulia Luzi, voto 7: incontro fra hip hop e pop, l’unico arrangiamento che rischia. Marco Masini, voto 6,5: uno dei testi migliori, arrangiamento elettronico. Giusy Ferreri, voto 6,5: piacerà alle radio ma il testo è banale secondo Laffranchi. Paola Turci, voto 6,5: inedita trama elettronica, la sua presenza pesa. Fabrizio Moro, voto 6,5: una ballad con pianoforte. Uno dei testi migliori. Michele Bravi, voto 6,5: bel titolo, ha il favore della rete.

Festival di Sanremo 2017: promossi Ermal Meta e Samuel

Le pagelle del Festival di Sanremo 2017 di Andrea Laffranchi del Corriere della Sera. Sergio Sylvestre, voto 6: il vincitore di Amici 15 canta un brano scritto da Giorgia, la sua emotività lo porterà lontano. Clementino, voto 5,5: sceglie una strada morbida sia nel racconto che nell’interpretazione. Ron, voto 5,5: classica ballad eseguita al pianoforte, troppi archi. Gigi D’Alessio, voto 5: si rivolge alla mamma scomparsa ma fa un minestrone inserendo troppi temi secondo Laffranchi. Bianca Atzei, voto 5: testo di Kekko dei Modà, non riesce a dare la spinta determinante al brano. Elodie, voto 5: la canzone gira intorno a se stessa senza trovare una chiave musicale ma la voce sofferta comunica. Lodovica Comello, voto 4,5: pezzo trasparente. Alessio Bernabei, voto 4,5: testo che si perde nei luoghi comuni. Nesli e Alice Paba, voto 4,5: Nesli scompare dietro la cantante di The Voice. Michele Zarrillo, voto 4: brano pieno di luoghi comuni. Al Bano, senza voto: si ama o si odia ma non si discute. I telespettatori concorderanno con i giudizi espressi da Laffranchi dopo aver ascoltato i 22 brani in gara? Tutto è pronto dunque: cantanti, conduttori e ospiti tra cui Antonella Clerici. Sanremo 2017 sta per iniziare!

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *