X


Parliamone Sabato con Paola Perego: arriva la difesa a spada tratta

Scritto da , il Marzo 27, 2017 , in Programmi Tv Tag:, ,
foto Paola Perego intervista Iene

Paola Perego e la chiusura di Parliamone Sabato: la difesa inaspettata

Su Parliamone Sabato la polemica non accenna a diminuire. Il tutto ha avuto inizio quando sabato 18 marzo è apparsa in puntata l’incriminante vademecum sulle donne dell’est le quali, pare, siano ottime casalinghe e siano in grado di far comandare i loro uomini. La polemica è sorta due giorni dopo la messa in onda e subito le testate giornalistiche hanno concentrato le loro forze nel condannare un momento di televisione definito “sessista” e per nulla inerente al servizio pubblico. Insomma, dopo una bagarre mediatica a cui anche la BBC ha partecipato, il programma condotto da Paola Perego è stato definitivamente cancellato dal palinsesto. La conduttrice ha raccontato il suo stato d’animo durante una puntata de Le Iene Show e quest’oggi per lei è arrivata la difesa a spada tratta ad opera di Giovanni Minoli che nell’apertura del suo Faccia a Faccia ha voluto dire la sua in merito alla polemica della settimana.

Parliamone Sabato con Paola Perego: Giovanni Minoli prende le sue difese

A Faccia a Faccia Giovanni Minoli non le ha di certo mandate a dire al direttore generale della Rai Campo Dall’Orto.

“La Perego è stata chiara: sapevano tutto tutti. Campo Dall’Orto, invece, ha appena smentito la signora Perego”.

La conduttrice di Parliamone Sabato ha confessato a Le Iene che tutti i dirigenti erano stati informati del copione e degli argomenti in esso contenuti, tutti approvati. Peccato che dopo il polverone mediatico il direttore generale abbia smentito categoricamente Paola Perego. Il giornalista ha continuato dicendo che il capire chi sia il responsabile in un’azienda come la Rai dia così poche spiegazioni sulla responsabilità e su cosa sia o no questo proverbiale servizio pubblico. Si placherà mai questa polemica sul programma della signora Perego oppure continuerà imperitura fino a quando non approderà, magari, di nuovo a Mediaset?