X


Mara Venier a Unomattina ricorda l’amicizia con Fabrizio Frizzi

Scritto da , il marzo 26, 2018 , in Personaggi Tv
Foto Fabrizio Frizzi Mara Venier

Fabrizio Frizzi è morto: Mara Venier lo ricorda a Unomattina

Se n’è andato un raggio di buona educazione, di umiltà e sincerità. Fabrizio Frizzi ha lasciato questa dimensione troppo presto a causa di un’emorragia cerebrale. Sono tutti d’accordo all’unanimità: Frizzi era una persona perbene, sempre con il sorriso sul viso, che ha lottato in questi ultimi mesi come un leone contro le fatiche e le ferite che gli ha causato quel dannato malore apparso come un fulmine di sventura il 23 ottobre 2017. Sono molti i volti della Tv che hanno voluto ricordare Frizzi e tra questi v’è senza dubbio la grande Mara Venier che è intervenuta via telefono a Unomattina di Franco Di Mare e Benedetta Rinaldi:

“Faccio fatica a parlare, era un amico leale, sincero r perbene e oggi è un giorno molto triste […] la Rai gli ha dato la possibilità di lavorare […] gli hanno regalato settimane difficili da una parte e dall’altra l’hanno aiutato molto”.

Per il suo compleanno, ha ricordato Mara Venier, gli ha fatto gli auguri in diretta a L’Isola dei Famosi. C’è stato in quell’occasione un grande applauso e anche Alessia Marcuzzi ha speso parole di stima. La mattina dopo Fabrizio Frizzi l’ha ringraziata con un messaggio meraviglioso.

Mara Venier ricorda Fabrizio Frizzi: “Era un amico leale, sincero, perbene”

Mara Venier ha ricordato la sua amicizia con Frizzi a Unomattina. Tutti sono d’accordo all’unanimità: Fabrizio Frizzi era una persona perbene. Un professionista dal talento cristallino e indiscutibile. Un uomo che tra radio, tv e cinema ha sempre lasciato la sua impronta indelebile. Sì, anche il mondo del cinema deve qualcosa a Fabrizio Frizzi perché senza la sua voce Toy Story in Italia non avrebbe avuto lo stesso successo. Lui è e sarà per sempre il cowboy Woody che insieme a Buzz Lightyear volano “Verso l’infinito e oltre”. E’ un peccato però che Fabrizio Frizzi sia volato così presto lontano da tutti noi. Era tornato a L’Eredità dopo il malore che lo ha colpito a ottobre; Carlo Conti gli aveva restituito le chiavi di casa, ma tutti sapevano che stava lottando incessantemente contro la malattia. Non era ancora finita la sua battaglia, ma voleva vincerla a tutti i costi per poter veder crescere la sua bambina. Lascia la sua famiglia senza un faro a cui affidarsi. Lascia la Tv orfana di un modo di condurre più unico che raro. Lascia i telespettatori senza quella persona familiare che si faceva entrare in casa semplicemente premendo un tasto del telecomando.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016), scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *