X


Superquark, Piero Angela: “Ho fatto una gaffe imperdonabile”

Scritto da , il 26 Giugno, 2019 , in Programmi Tv
foto Piero Angela intervista

Piero Angela si racconta prima di Superquark e confessa: “Una volta ho fatto una gaffe…”

Si è raccontato sul numero di DiPiùTv uscito la settimana scorsa Piero Angela, in attesa del ritorno di Superquark, che andrà in onda ogni mercoledì in prima serata su Rai1, a partire da oggi, 26 giugno 2019. Nell’intervista in questione il conduttore ha parlato di varie cose, dicendosi molto orgoglioso del figlio Alberto e raccontando anche un aneddoto particolare, che non aveva mai svelato prima. Piero Angela ha infatti rivelato:

Una volta ho fatto una gaffe imperdonabile. Nel 2000 ho vinto il Premio Barolo d’Oro. Gli organizzatori mi hanno invitato: sono salito sul palco, ho ritirato la targa e ho detto: “Vi ringrazio, ma sono astemio”. Avrei voluto mordermi la lingua subito dopo averlo detto!

Superquark, Piero Angela si racconta e parla del figlio Alberto: “E’ decisamente bravo, ma…”

Sempre nell’intervista in questione, Piero Angela ha glissato alla domanda su un suo possibile ‘erede’ legato alla divulgazione scientifica in televisione, affermando: “Non parlo mai dei miei colleghi”. Sul figlio Alberto Angela, padrone di casa di Passaggio a Nord Ovest e altre trasmissioni di successo della Rai, sempre legate al settore della divulgazione, il conduttore di Superquark (che di recente ha fatto piangere in diretta Caterina Balivo) ha invece dichiarato:

E’ decisamente bravo, ma non lo scopro certo io. Anni fa quando il direttore di Telemontecarlo ci ha proposto di lavorare insieme, io ero contrario: non volevo che sembrasse il solito “figlio di”. Ma Alberto ha imparato in fretta…

Piero Angela ha poi aggiunto: “Ho insegnato a mio figlio tanti valori: dal rispetto all’impegno per il lavoro, dall’amore per la conoscenza alla curiosità per le cose della vita”.

Piero Angela parla della nuova edizione di Superquark, al via stasera: “Grande lavoro”

Sulla nuova stagione di Superquark Piero Angela (che in un’altra recente intervista ha parlato di una sofferenza) ha infine spiegato:

Dietro ogni puntata c’è un grande lavoro di montaggio, ricerca e approfondimento scientifico con ritmi serrati e ininterrotti. Lavoriamo tutti i giorni dalle 9.30 alle 17.