X


Il processo, fiction con Vittoria Puccini. Scianna: “Rimasto spiazzato”

Scritto da , il 1 Dicembre, 2019 , in Serie & Film Tv
foto Francesco Scianna, il processo

Anticipazioni Il processo, fiction di Canale 5 con Vittoria Puccini. Francesco Scianna: “Spiazzato”

Ha debuttato venerdì la nuova fiction di Canale 5 con Vittoria Puccini, Il processo, nella quale recita anche Francesco Scianna, nel ruolo dell’avvocato Ruggero Barone. E proprio di questo personaggio l’attore ha parlato con una lunga intervista pubblicata sulle pagine dell’ultimo numero del settimanale TeleSette, uscito in edicola martedì scorso, con la quale ha raccontato cos’è successo prima dell’inizio delle riprese.

Io tendo sempre a chiedere più tempo di altri per preparare un nuovo ruolo. Nel caso de Il processo, però, la produzione è andata un po’ di corsa e quindi ho potuto fare meno affidamento sulla mia meticolosità. Ma rivedendomi ho scoperto qualcosa di nuovo del mio essere attore…

ha infatti dichiarato, precisando poi: “Lo spiazzamento che ho avuto si è rivelato la chiave di lettura che il regista voleva per il personaggio”.

Il processo, anticipazioni fiction con Vittoria Puccini: Scianna parla dell’avvocato Barone

Continuando a parlare del personaggio dell’avvocato Ruggero Barone della fiction con Vittoria Puccini Il processo, Francesco Scianna ha poi dichiarato:

Il mio personaggio è un avvocato di origini napoletane trapiantato a Mantova, la cui famiglia, quando lui era solo un bambino, ha subìto un’ingiustizia. La scelta di intraprendere una carriera legale è stata una conseguenza del suo passato…

“Nella vita reale io non possiedo la sfacciataggine di Ruggero Barone” ha aggiunto subito dopo.

Vittoria Puccini, anticipazioni Il processo. Francesco Scianna: “Non sono come Ruggero”

Infine, prima di terminare l’intervista sulla fiction di Canale 5 Il processo (QUI le anticipazioni della seconda puntata), Francesco Scianna ha sottolineato ancora di essere diverso dal personaggio dell’avvocato Ruggero Barone, dichiarando: “Non ho il suo carattere né come maschera né nel mio intimo. Talvolta, però, forse sono un finto timido, non perchè io finga, ma solo perchè non so bene quale sia la mia personalità”.