X


Isola dei famosi, Kaspar Capparoni: “Mia moglie si è resa conto che…”

Scritto da , il 30 Dicembre, 2019 , in Interviste
foto Kaspar Capparoni isola dei famosi

L’isola dei famosi, Kaspar Capparoni: “Quando ero lì mia moglie si è resa conto della mia assenza”

Durante l’ultima edizione de L’isola dei famosi, uno dei protagonisti assoluti è stato Kaspar Capparoni attore celebre per aver recitato nelle fiction Capri e Il commissario Rex. Durante la sua permanenza nel reality, Kaspar Capparoni si è reso protagonista di una famosa lite contro Alessia Marcuzzi, che lo ha accusato di essere un’arrogante. Adesso, in un’intervista a DiPiù Tv, l’attore rivela un retroscena su sua moglie durante quel periodo:

“Ha capito che se non ci fossi io a darle una mano, andrebbe nel panico. Quando sono andato in Honduras per L’Isola dei Famosi si è resa conto della mia assenza.”

Insomma ha rivelato che durante la sua assenza a causa de L’Isola dei Famosi la moglie, Veronica Maccarone, madre di due dei suoi figli, ha avuto difficoltà a gestire il tutto.

Kaspar Capparoni parla della sua famiglia allargata: “L’Inps dovrebbe farmi un monumento”

Kaspar Capparoni ha parlato nell’intervista quindi della sua assenza sentita dalla moglie durante la sua partecipazione a L’Isola dei Famosi, reality che nella prossima stagione potrebbe non essere condotto da Alessia Marcuzzi e sul quale si è espresso anche Maurizio Costanzo. L’attore inoltre ha raccontato anche della sua famiglia allargata, infatti ha quattro figli, due avuti con l’attuale moglie e due da una precedente unione. Ed alla domanda se volesse un’altro figlio ha risposto con una battuta:

“Cosa? Ne abbiamo già due, più altri due avuti dalla mia prima moglie che stanno con noi dal venerdì al lunedì. Direi che l’Inps dovrebbe farmi un monumento, per aver contribuito al futuro previdenziale del mio Paese”

Kaspar Capparoni sulle festività natalizie: “Mi reco nelle comunità di recupero”

Infine Kaspar Capparoni ha rivelato anche come trascorrerà le feste Natalizie ovvero in maniera molto particolare: “Mi reco nelle comunità di recupero,alla Caritas o alla comunità di Sant’Egidio, e preparo da mangiare servendo in tavola”.