X


Sanremo 2020, Rita Pavone ammette: “Il Festival mi stanca!”

Scritto da , il 3 Febbraio, 2020 , in Festival di Sanremo
Foto Rita Pavone a Sanremo 70

Rita Pavone fa una confessione sulla settimana del Festival di Sanremo 2020: “Mi stanca, ma…”

Rita Pavone è una delle Big in gara al Festival di Sanremo 2020 con la canzone “Niente (Resilienza 74)”. La Pavone, parlando di Sanremo, ha confessato al giornalista che…

“La cosa che mi diverte di più è la “confusione” che gira attorno al Festival. Mi stanca, ma è un momento di sconvolgimento che ti fa bene!”

Più avanti nell’intervista, poi, aggiunge anche che: “E’ salubre, è qualcosa di diverso!”. Insomma, nonostante “la confusione” durante la settimana del Festival di Sanremo, Rita Pavone è felice di tornare in gara e sulla sua canzone ammette…

Festival di Sanremo 2020, Rita Pavone parla di Niente (Resilienza 74): “E’ un pezzo grintoso”

Rita Pavone torna dunque in gara al Festival di Sanremo 2020 con Niente (Resilienza 74) e a proposito del brano, a Tv Sorrisi e canzoni ha ammesso…

“Niente è quello che spesso accade intorno a noi. Il concetto della resilienza mi appartiene profondamente: resistere, prendere colpi, incassare, cadere, rialzarsi tornare su…”

Subito dopo però ha confessato che: “Musicalmente è un pezzo grintoso, non proprio rock ma pieno di energia, un po’ come la mia anima”. Rita Pavone ha rivelato anche il significato del numero 74, ovvero la sua età e l’anno di nascita dell’autore del brano.

Rita Pavone in gara a Sanremo con “Niente (Resilienza 74)” rivela: “Non faccio una vita mondana!”

Insomma, se nella settimana del Festival di Sanremo 2020, Rita Pavone sarà una delle grandi protagoniste nella città dei fiori con Niente (Resilienza 74) di cui vi abbiamo mostrato il testo e la recensione, la cantante ha precisato che… “Io non vivo una vita mondana, vivo a 660 metri di altitudine in mezzo a un bosco magnifico in totale tranquillità”. E ha chiosato dicendo: “Ogni tanto questi “raid” mi fanno piacere”.