X


Bella da morire, Cristiana Capotondi: “Noi donne non dobbiamo farlo!”

Scritto da , il 4 Aprile, 2020 , in Serie & Film Tv
Foto Bella da morire Cristiana Capotondi

Cristiana Capotondi su Bella da morire: “Noi donne non dobbiamo essere maschili in un mondo di maschi”

La padrona di casa de La vita in diretta, Lorella Cuccarini, venerdì 3 aprile, ha annunciato la presenza in puntata della protagonista della fiction Bella da morire, Cristiana Capotondi. L’attrice, però, ha preso parte alla puntata tramite collegamento direttamente da casa sua, come previsto in questo periodo di quarantena dovuto all’emergenza Coronavirus e, proprio a proposito di questo isolamento, ci ha detto: “Io lo interpreto come un sacrificio, forse siamo già stanchi ma non dobbiamo vanificare tutto” ha poi replicato la Cuccarini: “Motivo in più per stare a casa è Bella da morire, di cui domenica 5 andrà in onda l’ultima puntata“. Cristiana Capotondi, che nella mini serie interpreta Eva Cantini, la poliziotta impegnata nella lotta contro il femminicidio, ha fatto una confessione: “Questa storia è un regalo” riferendosi proprio alla storia della fiction Bella da morire. Un regalo per lei e per tutte le donne, infatti ha aggiunto: “Eva è una donna che ha ricoperto un ruolo di potere all’interno di un mondo un po’ maschile. Secondo me è un po’ la cosa che non dobbiamo fare noi donne in quest’epoca. Ci possiamo permettere di portare la fragilità, la nostra morbidezza, il nostro senso di accoglienza nelle cose che facciamo.

Bella da morire, Cristiana Capotondi: “Il mio personaggio mi ha insegnato tanto”

Cristiana Capotondi, quindi, non poteva non raccontarci qualcosa in più sull’ultima puntata della fiction e sul suo personaggio, Eva Cantini. L’attrice ha accennato al suo rapporto con la protagonista di Bella da morire, alla loro diversità e ha colto l’occasione per esprimere la sua gratitudine verso la poliziotta che: “Mi ha insegnato molto“. Alla domanda di Lorella Cuccarini: “Quanto c’è di questo temperamento forte in te?“, Cristiana Capotondi ha così risposto: “Io ho una forza un po’ più morbida, questo personaggio va un po’ più dritto, è un po’ più irruento di me ed è un po’ meno attento a non rompere gli equilibri, è una persona che si batte per la verità e che ha una sua idea degli uomini e all’interno di questa storia piano piano ha cercato di cambiare..“. Ha confessato: “Eva è un personaggio che ho amato molto perché è una donna che ha messo in scena tutte le sue fragilità“.

About Marianna Amato

Campana, 23 anni, studentessa di mediazione linguistica e culturale all'Università l'Orientale di Napoli. Nel frattempo articolista per passione. Interessata da sempre alla scrittura e alla televisione ha pensato bene di unire le due passioni e dedicarsi alla collaborazione con LaNostraTv. Predilige i programmi di intrattenimento leggero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *