X


Marco Carta sul suo coming out: “L’ho vissuto come un obbligo”

Scritto da , il 9 Aprile, 2020 , in Musica
foto marco gay coming out confessione

Marco Carta gay, la rivelazione sul suo coming out: “L’ho vissuto come un obbligo”

Aveva scelto Barbara D’Urso per fare il suo coming out Marco Carta. Sono passati due anni da quando il cantante ha dichiarato di essere innamorato di un ragazzo e ha scoperto le carte dopo anni difficili in cui si è visto costretto a stare in silenzio. Marco Carta è un uomo libero, libero di vivere la sua storia d’amore senza più nascondersi. In una diretta Instagram il bravissimo artista è tornato a parlare del suo coming out. Molti adolescenti omosessuali hanno avuto la forza di uscire allo scoperto e questo anche grazie a Marco Carta, il quale si è detto felice e sostenendo che non si è obbligati a dirlo:

“Io l’ho vissuto come un obbligo perchè mi chiedevano se fossi etero, gay, bisex, come se a loro cambiasse qualcosa ed è di una tristezza infinita”.

Marco Carta sul suo coming out: “Temevo un po’ il giudizio altrui”. L’attacco agli omofobi

Dopo aver dichiarato di essere stato quasi costretto a dire di essere gay, Marco Carta ha affermato che prima del suo coming out temeva un po’ il giudizio altrui:

“Oggi potrebbero fermarmi per strada e dirmi ‘sei fro*io’. Ogni tanto ricevo qualche messaggio dove mi scrivono cose del genere”.

Il cantante non ha nascosto di ricevere di tanto in tanto da ragazzi, ma anche da molte ragazze, messaggi di disprezzo per la sua sessualità. Poi l’attacco agli omofobi:

“Non provo dolore, provo soltanto profonda tristezza solo per chi lo dice”.

Dopo il coming out Marco Carta, che di recente ospite a Storia Italiane ha fatto una rivelazione, ha dichiarato di aver scoperto che è una libertà grandiosa, si è in pace con il mondo e il mondo risponde: “Non c’è cosa più bella che essere se stessi”. In merito a una domanda da parte di un utente, Marco Carta ha perso la pazienza. La persona in questione ha chiesto: “Cosa ti hanno detto i tuoi parenti che sei gay?”. L’artista ha ritenuto la domanda poco intelligente cercando di far capire a quanti stavano guardando la sua diretta su Instagram che essere gay equivale alla normalità: “Cosa dovevano dirmi? A te hanno mai detto qualcosa perchè hai i capelli castani?”.

Marco Carta fa una confessione: “Donare il sangue è un problema per me”

Tra le tante curiosità a cui ha risposto, Marco Carta ha fatto una confessione. Donare il sangue per lui è un problema: “Mi piacerebbe ma ho sempre problemi quando faccio i prelievi”. Il cantante ha dichiarato che ogni volta gli viene da svenire e donare il sangue è un problema gigantesco per lui.