X


Italia Sì, Coruzzi glissa sulla domanda di Liorni: “Sarebbe inopportuno”

Scritto da , il 15 Giugno, 2020 , in Personaggi Tv
Foto Mauro Coruzzi Italia Sì battuta

Mauro Coruzzi glissa sulla domanda di Marco Liorni a Italia Sì: “Sarebbe inopportuno”

Inizia una nuova settimana in compagnia di Italia Sì – Giorno per giorno con Marco Liorni e i suoi insostituibili saggi: Rita Dalla Chiesa, Manuel Bortuzzo, Elena Santarelli e Mauro Coruzzi. A quest’ultimo Marco Liorni ha subito posto una domanda precisa: ovvero come avesse trascorso la domenica. Mauro Coruzzi, glissando la domanda di Liorni, ha fatto una battuta divertendo i presenti in studio: “Non te lo dico perché a quest’ora della mattina sarebbe inopportuno”. Marco Liorni, sottolineando che è primavera, la stagione degli amori, gli ha chiesto “Ti sei innamorato?”. La risposta: “Sì, del polline che gira per l’aria. Ma di chi vuoi che mi sia innamorato?”.

Italia Sì – Giorno per giorno, Marco Liorni scherza con Rita Dalla Chiesa: “Preparatissima sui somari”

Acclarato che Mauro Coruzzi non si è innamorato domenica scorsa, ha chiesto se si può ancora dire “lavorare come somari” dato che questi animali sono deliziosi. Rita Dalla Chiesa a Italia Sì ha preso la parola dicendo che sono stati animali utili durante la Grande Guerra e che contrariamente a quanto si dice in giro sono dotati di una grande intelligenza. Marco Liorni ha voluto scherzare con Rita, con la quale si è creato un feeling (a detta di lei), dicendo che “Sei preparatissima sui somari”. Si è aggiunto anche Coruzzi: “Tu pensa che scoperte che si fanno il lunedì mattina”.

Marco Liorni si complimenta con Elena Santarelli a Italia Sì: “Che bel sorriso”

Dopo la paura per Mauro Coruzzi durante la puntata di sabato scorso, oggi si è aperta una nuova puntata di Italia Sì con Marco Liorni e i suoi saggi con il sorriso; soprattutto il “bel sorriso” (detto da Marco Liorni) di Elena Santarelli, la quale ha raccontato di aver trascorso così la domenica appena passata: “Ieri ho riportato i miei bambini a Villa Borghese dopo tanto tempo. Era molto affollata, ma nel senso non di pericolo, affollamento, ma di gente che voleva stare in mezzo alla natura”.