X


Pierluigi Diaco riprende il suo staff: “Posso invitarvi al silenzio?”

Scritto da , il 15 Luglio, 2020 , in Personaggi Tv
foto di Pierluigi Diaco a Io e Te del 15 luglio 2020

Io e Te, Pierluigi Diaco riprende il suo staff: “Posso invitarvi al silenzio?”

Continua a far discutere l’atteggiamento di Pierluigi Diaco nei confronti dei suoi collaboratori a Io e Te. Anche nella puntata di oggi, mercoledì 15 luglio, il conduttore ha avuto qualcosa da ridire e non si è trattenuto dal farlo, come altre volte, durante la diretta. Difficile capire, dall’esterno, se ci sia davvero qualcuno del suo staff a remargli contro, a mettergli i bastoni tra le ruote, o se Pierluigi Diaco sia soltanto un po’ permaloso e irascibile. Questa volta, durante l’intervista ad Anna Pettinelli, lo abbiamo visto a un certo punto bloccarsi per riprendere, con aria e tono piccati, il suo staff:

Posso invitarvi al silenzio?

Pare, quindi, che ci fossero addirittura delle voci troppo alte a disturbare la messa in onda di Io e Te. Possibile che in uno studio televisivo della Rai si possa arrivare a tali negligenze?

Pierluigi Diaco, le accuse allo studio di Io e Te: “Qualcuno mi ha scordato la chitarra”

Non è finita qui. Durante la puntata di oggi di Io e Te, Pierluigi Diaco non soltanto ha dovuto richiamare al silenzio il suo staff, ma, nel corso dell’intervista ad Anna Pettinelli, nel consueto momento musicale nel quale il conduttore accompagna l’ospite alla chitarra, è addirittura arrivato ad accusare un ignoto sabotatore:

La chitarra è stata scordata, non so da chi. Visto che mi è stata consegnata accordata 5 minuti fa.

E’ il conduttore stesso, dunque, che con le sue esternazioni farebbe pensare a un ambiente circostante non proprio favorevole.

Io e Te, la stizza di Pierluigi Diaco: “Non si può fare questo numero, mio malgrado”

Sarà interessante cercare di capire, al termine di questa stagione di Io e Te, da che parte stiano le colpe. Una cosa è certa: qualcosa, negli studi di Via Teulada 66 da cui va in onda il programma, non va. Lo ha sottolineato anche oggi Pierluigi Diaco quando, accorgendosi che la chitarra era scordata, ha detto all’ospite Anna Pettinari:

Non si può fare questo numero, mio malgrado.