X


Raffaello Tonon confessa: “Maurizio Costanzo mi ha cambiato la vita”

Scritto da , il 22 Agosto, 2020 , in Interviste
foto di Raffaello Tonon

Maurizio Costanzo, Raffaello Tonon confessa: “Mi ha cambiato la vita”

Raffaello Tonon è ormai un volto molto noto per il pubblico del piccolo schermo, grazie ai vari programmi, soprattutto delle reti Mediaset, ai quali ha preso parte. Pensiamo, ad esempio, alle sue esperienze da concorrente al Grande Fratello Vip e alla Fattoria, ma anche ai ruoli di opinionista per il Maurizio Costanzo Show e Buona Domenica. E pensare che il piccolo Raffaello Tonon sognava di diventare un avvocato. Dopo la scuola, poi, ha frequentato la facoltà di giurisprudenza fino a quando un incontro l’ha messo su un’altra strada. Lo ha raccontato lui stesso in un’intervista rilasciata al settimanale Voi:

L’incontro con Giona Peduzzi, un mio ex compagno di scuola che rincontrai per caso, mi ha cambiato la vita. Grazie a lui entrai in contatto con Maurizio Costanzo che mi ha cambiato la vita.

Il destino, potremmo dire, aveva scelto nel suo ex compagno un suo emissario.

Raffaello Tonon, il legame speciale con la madre: “Sono quello che mi ha dato come esempio”

Vedendolo adesso così sicuro di sé, dotato del gran vocione che lo contraddistingue (che deve soprattutto al vizio del fumo), molti non si aspetterebbero nel passato di Raffaello Tonon un’adolescenza segnata da una forte depressione. Nell’intervista concessa al settimanale Voi, ne ha parlato lui stesso, sottolineando l’influenza salvifica di sua madre:

Nell’adolescenza subito si accorse della mia depressione e si attivò per farmi curare. Sono quello che mia madre mi ha dato come esempio.

Senza di lei, dunque, oggi non esisterebbe il Raffaello Tonon che tutti conosciamo.

Raffaello Tonon svela una grande delusione: “E’ ancora una ferita aperta”

Non molto tempo fa, era trapelata un’indiscrezione secondo la quale Raffaello Tonon avesse finalmente trovato l’amore. Adesso, però, nell’intervista su Voi, lui dice e non dice riguardo una grande delusione ancora bruciante:

Del più bel regalo che ho fatto non ne voglio parlare, perché è una ferita ancora aperta.