X


Gabriel Garko coming out al GF. Marina La Rosa: “Tutti sapevano tutto”

Scritto da , il 28 Settembre, 2020 , in Gossip
foto Gabriel Garko coming out

Gabriel Garko fa coming out al Grande Fratello Vip. Marina La Rosa: “Tutti sapevano tutto”

La quarta puntata della quinta stagione del Grande Fratello Vip è stata caratterizzata dal coming out di Gabriel Garko. L’attore difatti è entrato nella Casa per incontrare Adua Del Vesco, la donna che per anni è stata descritta come la sua fidanzata. Gabriel Garko ha ammesso che la loro storia d’amore è stata una ‘favola falsa’ che si è semplicemente limitato a recitare. Marina La Rosa ha commentato la storia, tramite il profilo Instagram, sostenendo che non era un vero e proprio segreto e che la notizia, quindi, era già nota a molti:

“Quale segreto, o signori, se tanto tutti sapevano tutto.. i gesti sessuali poi, argomento così delicato della sfera intima e personale di ogni persona. Il segreto di Pulcinella, infatti”

.

Gabriel Garko fa coming out, la riflessione di Marina La Rosa: “Costretto ma complice”

Un po’ tutto il popolo del web ha commentato il gesto di Gabriel Garko durante la puntata del Grande Fratello Vip 5 di venerdì 25 settembre, ma soprattutto ciò che è stato costretto a vivere in quegli anni l’attore. La dichiarazione pubblica della sua omosessualità ha fatto riflettere davvero tanti personaggi, tra questi, oltre a Stefania Orlando che si è detta felice, Marina La Rosa, ex gieffina:

“Garko ha accettato, costretto ma complice, il ruolo del bell’Antonio, uomo di grande fascino e amato da tutte le donne perché le parti del maschio etero potessero essergli cucite addosso dai vari ‘taralli’ della situazione”

View this post on Instagram

Riflessione di tarda serata. Esterno notte. Quale segreto, o signori, se tanto tutti sapevano tutto.. i gusti sessuali poi, argomento così delicato della sfera intima e personale di ogni persona. Il segreto di Pulcinella, infatti. Garko ha accettato, costretto ma complice, il ruolo del bell’Antonio, uomo di grande fascino e amato da tutte le donne, perché le parti del maschio etero potessero essergli cucite addosso dai vari ‘taralli’ della situazione. La vita è un grande palcoscenico in cui ognuno gioca a far sul serio diceva il genio (Pirandello) e niente c’è di più vero. Maschio con quel corpo perfetto, scolpito.. un Adone de’ noantri, insomma. Lo sapevano tutti e lui consenziente recitava una parte ma adesso, improvvisamente, sente di dire la verità. Del resto, cosa c’è di più brutto di un attore senza scena. Io non giudico sono anch’io però spettatrice di questo meraviglioso circo. Non mi importa se non si ha voglia di comunicare al mondo intero i propri gusti sessuali, sono cose private, personali e, in alcuni casi, vanno maneggiate con cura tuttavia incalzare la falsità con delle fittizie relazioni non mi è mai piaciuto. Ulteriori ipocrisie, menzogne agli altri ma anche, se non soprattutto, a se stesso. Povero Garko incastrato in un ruolo che altro non è che il suo corpo stesso. Origini siciliane come la sottoscritta ma imprigionato, come molti del resto, in quell’antica incapacità dell’uomo di guardarla in faccia la Verità, nonché nel morboso desiderio di poter etichettare e classificare la realtà secondo categorie conosciute e predefinite senza curarsi di ciò che le cose siano realmente ma fermandosi, molto comodamente, a ciò che le cose sembrano. Viva il teatro, viva la vita. #gabrielgarko #laverità

A post shared by Marina la Rosa (@marina_la_rosa) on

Gabriel Garko al GF per il coming out. Marina La Rosa: “Incastrato in un ruolo che è il suo corpo”

Marina La Rosa, una delle concorrenti del primo Grande Fratello che ha esternato la sua riflessione a proposito del coming out fatto da Gabriel Garko (sul quale si è espressa Selvaggia Lucarelli), dopo aver dichiarato che tutti sapevano tutto e che lo stesso Gabriel Garko è stato complice, ha poi continuato citando una massima di Pirandello a proposito della vita e ha così ultimato:

“Povero Garko incastrato in un ruolo che altro non è che il suo corpo stesso. Origini siciliane come la sottoscritta ma imprigionato, come molti del resto, in quell’antica incapacità dell’uomo di guardare in faccia la Verità”