X


Massimo Giletti sotto scorta torna con Non è l’Arena: “Vado controcorrente”

Scritto da , il 22 Settembre, 2020 , in Personaggi Tv
foto di Massimo Giletti preoccupato

Non è l’Arena, Massimo Giletti torna in tv nonostante la scorta: “Vado controcorrente”

Partirà ufficialmente domenica 27 settembre la quarta edizione di Non è l’Arena, il programma condotto da Massimo Giletti su La7. La vita del conduttore è cambiata da fine luglio ed è costretto a girare sotto scorta e con il giubbotto antiproiettile, dopo aver ricevuto le minacce del boss Filippo Graviano. Intervistato dal settimanale NuovoTv Massimo Giletti ha dichiarato che non si arrende:

“Io e la mia squadra siamo come i salmoni, andiamo controcorrente”.

Inoltre il giornalista e volto di La7 di Urbano Cairo ha sostenuto che questo lavoro non deve mai farsi influenzare dalle vicende personali e dalle difficoltà ci si deve fare ancora più forza:

“Ho imparato negli ultimi anni a farmi carico dei problemi, da quando ho lasciato la Rai in un momento di vera tempesta”.

Non è l’Arena anticipazioni, Massimo Giletti svela: “Racconteremo ciò che gli altri non raccontano”

La linea editoriale di Non è l’Arena rimarrà invariata anche nella nuova stagione che debutterà domenica 27 settembre in prima serata su La7. Come dichiarato da Massimo Giletti alla rivista NuovoTv, i temi saranno sempre legati alla strettissima attualità e non si molleranno le strade che hanno reso forti lui, la sua squadra e Non l’Arena in generale:

“Racconteremo ciò che gli altri non raccontano. Credo che la tv che faccio con il mio gruppo abbia dimostrato di fare fatti, non opinioni. Cerchiamo di incidere sul reale, andando anche allo scontro duro, con coraggio e senza paura”.

Massimo Giletti sotto scorta fa una rivelazione: “Lasciato solo da molti colleghi”

Non può chiedere agli altri di avere coraggio, ma Massimo Giletti sotto scorta è stato lasciato solo da molti colleghi e, in un certo senso, il conduttore di Non è l’Arena si è sentito abbandonato. Può soltanto dire grazie alla squadra di Non è l’Arena, dopo aver dichiarato che è stato costretto a cambiare:

“Ho chiesto un sacrificio enorme in questi anni. Vivere questi momenti è difficile anche per loro. Sapere che ci sono aiuta a superare l’amarezza di essere stato lasciato solo da molti colleghi”.