X


Non è l’Arena nuova edizione, Massimo Giletti: “Messo in pericolo”

Scritto da , il 22 Settembre, 2020 , in Personaggi Tv
foto Massimo Giletti 21 aprile

Non è l’Arena, Massimo Giletti: “Le mie inchieste mi hanno messo in pericolo”

Partirà domenica 27 settembre Non è l’Arena con Massimo Giletti. E’ cosa nota che lui abbia la scorta per via delle sue inchieste e al settimanale DiPiù Tv ha parlato proprio di questo invitando a non lasciarsi condizionare dalla paura:

“Penso ai tanti giornalisti sconosciuti che indagano sulla mafia e che sono ancora più in pericolo. Senza esitazioni vado avanti per la strada”.

Massimo Giletti, messo sotto scorta, continuerà a denunciare quello che non va in questo paese con il suo stile e la sua incredibile energia.

Massimo Giletti Non è l’Arena, confessione: “Mi sento molto solo”

Non è diventata per niente facile la vita di Massimo Giletti da quando è stato messo sotto scorta per via di un’intercettazione in carcere del boss Filippo Graviano il quale, con toni minacciosi, ha detto che il conduttore di Non è l’Arena sta rompendo. Come ricorda Massimo Giletti, che ha ribadito di andare controcorrente: “Queste parole risalgono a fine maggio, ma io sono stato messo sotto scorta soltanto due mesi dopo. Perché lo Stato ha aspettato due mesi?”. E ora: “Mi sento molto solo anche se la mia famiglia mi sostiene”.

Non è l’Arena, Massimo Giletti: “Denunceremo quello che non va in Italia”

Nonostante sia sotto scorta Massimo Giletti non si arrenderà e continuerà a “denunciare quello che non va in questo Paese” con le sue inchieste a Non è l’Arena. Un ultimo appunto lo ha voluto fare: “Se tutti i miei colleghi avessero fatto la mia stessa battaglia oggi non sarei sotto scorta”.