X


Doc-Nelle tue mani: Pierdante Piccioni svela un retroscena su Argentero

Scritto da , il 15 Ottobre, 2020 , in Serie & Film Tv
Foto Luca Argentero e Pierdante Piccioni

Doc, Pierdante Piccioni: “La fan più accanita di Luca Argentero è mia suocera”

Stasera andrà finalmente in onda Doc-Nelle tue mani, la fiction campione d’ascolti di Raiuno con Luca Argentero, Matilde Gioli e Gianmarco Saurino. Doc-Nelle tue mani s’ispira alla storia vera di Pierdante Piccioni, primario del pronto soccorso di Codogno che, in seguito a un incidente di cui è rimasto vittima nel 2013, ha perso 12 anni di memoria. Da medico è diventato paziente. E’ quello che succede ad Andrea Fanti, interpretato da Luca Argentero, in Doc-Nelle tue mani. Pierdante Piccioni, intervistato dal settimanale Oggi, ha svelato un curioso retroscena su Luca Argentero:

“Lui era il desiderio, tutt’altro che segreto, delle mie collaboratrici. La scelta non è stata fatta da me ma l’ho condivisa in pieno e in generale quella di tutto il cast. La fan più scatenata di Luca Argentero è mia suocera di 83 anni. Quando le ho detto che mi avrebbe interpretato ha esclamato: ‘Ah, ma quello lì è tanta roba’”.

Luca Argentero, il vero Doc Piccioni svela: “Mi ha copiato, il che è una dimostrazione di stima e affetto”

Pierdante Piccioni non si aspettava che Doc-Nelle tue mani avesse un tale successo perché è pur sempre un medical, genere non nuovo, e la fiction è andata in onda in piena pandemia. Ma forse il successo è dovuto al fatto, dice Piccioni, “che è una storia di riscatto e positività totale”. Il vero Doc ha espresso un giudizio anche su Luca Argentero che l’ha interpretato: “Lui mi ha studiato. Mi ha copiato, il che è una dimostrazione di stima e affetto: io l’ho preso come un complimentone. Anche in senso fisico, zoppica un pò come me”.

Doc-Nelle tue mani, Pierdante Piccioni: “Non ho recuperato la memoria”

Non si sa se nelle ultime quattro puntate di Doc Andrea Fanti (Luca Argentero ha fatto una confessione intima) recupererà la memoria. Un fatto è certo, Pierdante Piccioni non l’ha recuperata: “Le lesioni cerebrali le ho tuttora e per fortuna sono stabili, ma di quei dodici anni, non ho recuperato alcun tipo di ricordo”.