X


Sabrina Ferilli impaurita. Gerry Scotti: “Se un medico ti guarda…”

Scritto da , il 17 Ottobre, 2020 , in Personaggi Tv
Foto Sabrina Ferilli battuta Gerry Scotti

Sabrina Ferilli, paura a Tu sì que vales. Gerry Scotti: “Se un medico ti guarda ti leva la patente”

Che puntata di Tu sì que vales sarebbe senza qualche scherzo alla paurosa Sabrina Ferilli? Anche questa sera lei è stata la vittima designata, ma con una dinamica leggermente diversa da quello che Nebula ha abituato finora il pubblico e tutti i giurati: da una piccola botola situata accanto alla poltrona di Sabrina Ferilli di tanto in tanto esce una mano pronta ad afferrarle un piede. Lei ha sbottato: “Devo tenere su le gambe? Ma se è tutta la sera che le tengo così, mi sto facendo certi muscoli”. Gerry Scotti ha scherzato: “Se un medico ti guarda ti leva la patente”.

Tu sì que vales, Belen Rodriguez: “Sotto la botola dello studio c’è un altro mondo”

Nel corso della puntata di questa sera di Tu sì que vales in onda su Canale 5 le luci dello studio si spengono e tutto cala nel buio lasciando Sabrina Ferilli alla mercé di una misteriosa mano che esce dalla botola per afferrarle un piede. Belen Rodriguez ha cercato di aiutare la giudice popolare spiegando che “sotto la botola dello studio c’è un altro mondo”. Pronta la battuta di Rudy Zerbi: “Siamo su Stranger Things”.

Maria De Filippi incoraggia un concorrente: “Devi imparare a fregartene”

Prima di questo siparietto divertente con Sabrina Ferilli, un concorrente di Tu sì que vales affetto da una malattia particolare ha testimoniato il suo amore per la vita facendo un appello: cercare di essere più gentili in generale con le persone che affrontano delle serie difficoltà. Gerry Scotti, che di solito si commuove, è rimasto molto colpito dal racconto, ma ancora di più Maria De Filippi: “Devi imparare a fregartene. Non sempre la gente capisce. Non potrai combattere con l’ignoranza. La si deve capire e giudicare come tale. Quando ti insultano non leggerli, la vita è tua. La patente della scrittura ormai ce l’hanno tutti”.