Ragion di Stato: Luca Argentero, spia innamorata su Rai1. Trama della prima puntata

By on gennaio 10, 2015
Foto Ragion di Stato, prima puntata

Dopo il debutto con il botto della fiction A un passo dal cielo 3 con Terence Hill, Rai 1 propone la sua seconda fiction del 2015, la miniserie Ragion di Stato. Due puntate dirette da Marco Pontecorvo e interpretate, tra gli altri, da Luca Argentero, che ritorna in una fiction Rai dopo aver vestito i panni del pugile Tiberio Mitri nella miniserie del 2011 Tiberio Mitri – Il pugile e la miss.

Ragion di Stato, in onda lunedì 12 e martedì 13 gennaio, racconta una storia fortemente legata alla realtà. Una storia di uomini che lavorano nei Servizi Segreti e che rischiano la vita per il proprio Paese. Uno di questi è Rosso (Luca Argentero) che, come racconta l’attore, è un uomo coraggioso, un servitore leale e silenzioso dello Stato ma che a volte è costretto a scendere a compromessi per il bene del suo Paese, come ci rivelano le anticipazioni di Ragion di Stato.

Vediamo, allora, cosa accade nella prima puntata della miniserie di Rai 1, grazie alle anticipazioni di Ragion di Stato di lunedì 12 gennaio. Siamo nell’Afghanistan di cinque anni fa quando la presenza del contingente italiano è ancora molto forte. Qua la situazione è sempre molto pericolosa e difficile anche per la popolazione. Continuano gli scontri e gli attentati dei Talebani e gli uomini dei Servizi Segreti Italiani cercano di portare un po’ di pace nel Paese.

In una delle tante operazioni di mediazione con qualche capo tribù per trattare una tregua, il Colonnello dei Servizi Segreti Fontana (Andrea Tidona) e Rosso cadono in un’imboscata. Il primo viene catturato dai Talebani che, in cambio della sua liberazione, vogliono quella di alcuni terroristi imprigionati dagli americani. Rosso, distrutto dal dolore perchè Fontana per lui è come un padre, è richiamato in Italia. Qua l’Ammiraglio Massa (Giorgio Colangeli) decide di non coinvolgere gli americani e sceglie di trattare con un signore della guerra libanese, Rashid (Olivier Loustau), affinché possa intercedere per la liberazione del Colonnello. L’idea di Massa, però, non piace per niente a Ranieri (Nini Bruschetta), il suo vice che, come apprendiamo dalle anticipazioni di Ragion di Stato, ha più fiducia negli americani che in Rashid.

Questi è un uomo ricco e potente che, in cambio della sua mediazione, chiede che la figlia dodicenne possa essere curata in Italia. La bambina arriva a Roma con la madre Rania (Saadet Aksoy) e Massa ordina a Rosso dì restare in Italia per proteggere la donna e la figlia. Come ci rivelano le anticipazioni di Ragion di Stato, però, accade ciò che non dovrebbe accadere: Rosso e Rania si innamorano. Lei è una donna infelice che vede nell’agente segreto il vero amore.

Rosso, così, organizza la fuga di Rania in Svizzera ma qualcosa non va come dovrebbe e la donna viene riconsegnata al marito a Beirut. Il nostro protagonista però non sa niente perché è in Afghanistan per concludere le operazioni per la liberazione di Fontana. Ma anche qua accade un imprevisto: mentre si sta procedendo allo scambio di prigionieri un Apache americano bombarda il luogo provocando una strage. Anche Fontana e Rosso restano sotto le macerie.

Cosa succederà nella seconda puntata della miniserie prodotta da Rai Fiction e Cattleya? Non perdete le anticipazioni di Ragion di Stato, della seconda ed ultima parte che andrà in onda martedì 13 gennaio in prima serata su Rai 1.

About Patrizia Gariffo

Ama scrivere e lo fa da sempre. Dopo la laurea in Lettere Classiche è diventata giornalista pubblicista e questo le ha permesso di avere diverse esperienze sia sulla stampa tradizionale che su quella online e le ha fatto apprezzare sempre di più questo lavoro. E' una persona molto riservata, non le piace mettersi in mostra, anche quando potrebbe farlo. Preferisce la sostanza all’apparenza e non sopporta gli opportunisti e chi si sente più di quello che in realtà vale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *