La prova del cuoco, 26 febbraio 2015: torta salata cipolla e salsiccia e le altre ricette

By on febbraio 26, 2015
foto la prova del cuoco beppe bigazzi

Una rivisitazione del Campanile Italiano con un esercizio di stile tra la Sicilia e il Friuli Venezia Giulia, vecchie conoscenze de La prova del cuoco. Il saggio Bigazzi ha, come sempre, accompagnato la preparazione, arricchendo di particolare interessanti i piatti della nostra tradizione. Una tradizione che ritorna con Alessandra Spisni e il suo mattarello con la trascinante simpatia di Luisanna Messeri e la sua rubrica “C’era una volta”. Non indugiamo oltre e scopriamo insieme le ricette de La prova del cuoco del 26 febbraio 2015.

Ricette Alessandra Spisni, Torta Salata con cipolla e salsiccia. Ingredienti per la pasta: 400 g di farina, 1 cucchiaino da caffè di sale fino, 1 noce di burro, 1 bustina di lievito chimico per torte salate, latte q.b. Ingredienti per il ripieno: 1 cipolla bianca grande, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 300 g di salsiccia, 5 uova, 100 g di panna fresca, 60 g di grana grattugiato, sale fino, noce moscata, pepe nero, 1/2 bicchiere di vino bianco secco.

Prepariamo la pasta impastando il burro con la farina e aggiungendo via via tutti gli ingredienti. Impastiamo fino a ottenere un panetto liscio. Facciamo imbiondire la cipolla con un filo d’olio, bagniamo con acqua e sfumiamo al vino bianco. Facciamo evaporare l’alcol e facciamo cuocere. Intanto, sbattiamo le uova e condiamo con il grana e la panna. Tiriamo la pasta e foderiamo una teglia con cerniera. Versiamo all’interno le salsiccie sgranate, le cipolle e il composto di uova. Chiudiamo con un coperchio di pasta e sigilliamo con i lembi in eccesso. Spennelliamo la torta con il composto di uova avanzato. Inforniamo a 180/200°C per 25/30′.

foto_torta_salata_salsiccia_e_cipolle

Ricette Anna Moroni, Cresce Salate. Ingredienti: 1 vasetto di yogurt bianco intero, 3 uova, 1 vasetto di olio di mais, 3 vasetti di farina, 1 bustina di lievito liofilizzato, 1 mazzetto di erbe fresche, 1 vasetto di pecorino grattugiato, noce moscata, sale e pepe.

In una ciotola, versiamo lo yogurt, il lievito e le uova. Sbattiamole con la forchetta, uniamo la farina, il lievito per torte salate e le erbette fresche. Lavoriamo ancora e aggiungiamo il pecorino, un pizzico di noce moscata e pepe. Saliamo appena, poiché il pecorino è già abbastanza sapido. Versiamo il composto nei pirottini di carta (per aiutarci, possiamo inserirli in uno stampo da muffin) e inforniamo per 20′ a 190°C. Farciamo a piacere.

Ricette Luisanna Messeri, Vitello alla besciamella. Ingredienti: 6 fette di fesa di vitella, farina q.b., 100 mL di latte fresco intero, 30 g di burro, 2 uova, 1 limone, 2 cucchiai di capperi sotto sale, un mazzo di prezzemolo, sale e pepe nero, olio extravergine d’oliva, 8 patate.

Battiamo le fettine e infariniamole. Nel frattempo, facciamo sciogliere un po’ di burro e cuociamoci le fettine, facendo dorare da entrambi i lati. Teniamo da parte e in caldo. In una ciotola, sbattiamo le uova con il succo di mezzo limone e uniamo i capperi e un po’ di latte. Aggiustiamo di sale e pepe. Versiamo ora il composto di uova all’interno della padella con la carne, riportiamo sul fuoco e facciamo cuocere velocemente, mescolando di continuo. Peliamo ora le patate, tagliamo a metà e incidiamo per il lungo. Massaggiamo con l’olio extravergine d’oliva perché il condimento entri nei tagli, aggiustiamo di sale e pepe e completiamo col prezzemolo tritato. Inforniamo a 200°C per 35′. Serviamo con la crema alle uova e il contorno di patate. Guarniamo con il prezzemolo.

Se volete replicare una dei piatti di ieri, non lasciatevi scappare le ricette de La prova del cuoco del 25 febbraio 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *