Sabato con La prova del cuoco, 7 marzo 2015: tutti i piatti del cooking show di Rai1

By on marzo 7, 2015
foto la prova del cuoco 7 marzo 2015

Conclusa la settimana in diretta, La prova del cuoco torna a tenerci compagnia con la consueta puntata del sabato in differita. La frizzante accoppiata Anna MoroniMarco Di Buono ci insegna a preparare un piatto ricco e sontuoso per la tavola della domenica, mentre Tata Francesca Valla ci regala una ricetta per i più piccoli. Natalia Cattelani, invece, prepara un piatto per tutta la famiglia. Non mancano i saggi consigli dello gnomo del bosco Augusto Tocci e i fantastici panini di Christian Milone.

Ricette Anna Moroni, Sugo di involtini con pappardelle. Ingredienti per le pappardelle: 150 g di farina di farro, 150 g di farina di grano duro, 3 uova. Ingredienti per il sugo: 8 fette di polpa di manzo (da 80 g ciascuna), 8 fette di pancetta arrotolata, 80 g di pecorino a scaglie, 1/2 bicchiere di vino rosso, 600 g di salsa di pomodoro, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 mazzetto di basilico, 1 cipolla, 1 spicchio d’aglio, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Prepariamo la sfoglia impastando le due farine con le uova. Tiriamo la sfoglia con il mattarello o la sfogliatrice e lasciamo asciugare. Intanto, farciamo la carne con una fettina di pancetta arrotolata, il pecorino, il prezzemolo e il pepe. Arrotoliamo e fermiamo l’involtino con uno stuzzicadenti. In una casseruola, facciamo rosolare gli involtini con un filo d’olio. Aggiungiamo la cipolla tagliata a metà, sfumiamo con il vino rosso e lasciamo evaporare. Aggiungiamo ora la salsa di pomodoro. Aggiustiamo di sale e facciamo cuocere per circa un’ora. Riprendiamo la sfoglia e realizziamo le pappardelle tagliando la pasta con una rotella dentata. Cuociamo in acqua bollente salata e condiamo con il sugo.

foto_sugo_di_involtini

Ricette Natalia Cattelani, Crocchette di patate con cuore di cicoria. Ingredienti: 1 kg di patate lessate, 500 g di cicoria, aglio, 2 tuorli, 50 g di pecorino romano grattugiato, 50 g di grana grattugiato, 80 g di caciottina, 100 g di farina, 200 g d’acqua, 500 g di fiocchi d’avena, sale e peperoncino, olio di semi per friggere, 150 g di spinacini da insalata.

Lessiamo le patate e schiacciamo ancora calde. Sbollentiamo la cicoria, strizziamo e ripassiamo in padella con un filo d’olio, aglio e peperoncino. Condiamo le patate con sale, pepe, tuorli, il pecorino e il grana. Incorporiamo bene gli ingredienti e formiamo le crocchette. Uniamo alla cicoria la caciottina a pezzetti. Prepariamo la colla con acqua e farina e schiacciamo le crocchette al centro; farciamo con la cicoria. Passiamo le crocchette nella colla di farina e nei fiocchi d’avena. Friggiamo in abbondante olio oppure mettiamo in forno a 180°C per 20′, con un filo d’olio, rigirando dopo 10′.

Ricette Tata Francesca, Crostatine in barattolo. Ingredienti per la pasta frolla: 125 g di farina 00, 125 g di farina integrale di grano tenero, 60 g di zucchero, 125 g di burro freddo e tagliato a cubetti, 1 uovo leggermente sbattuto, 1 cucchiaio di latte. Per il ripieno: 4-5 mele, 20 g di burro, 1 limone, 20 g di maizena, 50 g di zucchero muscovado, 1 cucchiaino di cannella.

Prepariamo la frolla impastando velocemente tutti gli ingredienti. Lasciamo riposare e stendiamo non troppo sottile. Tagliamo le mele a dadini e condiamo con la cannella, lo zucchero, qualche goccia di succo di limone, la maizena e lo zucchero muscovado. Imburriamo un pirottino di ceramica, foderiamo con la pasta frolla e farciamo con il composto di mele. Decoriamo con le striscioline di pasta e inforniamo a 180°C per 10-15′.

Se avete bisogno di ulteriori spunti per il vostro pranzo della domenica, non perdete le ricette de La prova del cuoco del 6 marzo 2015.

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *