Paola Perego barcolla ma non molla: Barbara d’Urso la batte di un soffio

By on aprile 27, 2015
Foto Paola Perego

Ultimo giorno di sfida tra le due signore della domenica, Barbara D’Urso su Canale 5 e Paola Perego su Rai 1. Gli ascolti descrivono una leggerissima vittoria per l’onnipresente Barbara che grazie alle sue bislacche interviste è riuscita a superare il competitor di circa 500.000 telespettatori.

La domenica di Rai 1 quest’anno affidata nella seconda parte a Paola Perego non ha certamente brillato per gli ascolti ma la D’Urso può festeggiare in parte la sua vittoria nel giorno di festa. Infatti analizzando gli ascolti vediamo che Domenica In ha totalizzato 1.866.000 telespettatori e il 12,42%. Mentre la D’Urso nella sua ultima puntata domenicale ha registrato nella presentazione 1.802.000, 9,42%, nel segmento attualità 2.026.000, 11,89%, nel segmento Storie 2.140.000 13,68%, nella prima parte 2.352.000, 16,05% e nella seconda 2.234.000 con il 14,40%. Lontani quindi gli ascolti record di cui si vanta la conduttrice di Domenica Live, una vittoria si ma non netta e meritevole di elogi in diretta tv.

La Perego a Domenica In non ha certamente brillato per gli ascolti durante questi mesi, inseguendo puntata dopo puntata la rivale, merito o forse demerito di questi ascolti potrebbe essere stata la scelta degli ospiti intervistati, sicuramente meno popolari rispetto a quelli della D’Urso, come l’intervista di ieri alla moglie di Paolo Bonolis. Sarà questo suo rendere il contenitore domenicale meno nazional popolare che la potrebbe vedere riconfermata anche per la prossima edizione di Domenica In?

La sfida della domenica può dirsi definitivamente conclusa tra le due, infatti ieri Barbara nazionale ha condotto l’ultima puntata di Domenica Live, un incredibile successo di pubblico reso possibile dai 500.000 mila telespettatori in più che sicuramente oggi ringrazierà uno per uno durante il consueto appuntamento con pomeriggio 5.

About Giuliano Castagna

Nato in Sicilia 25 anni fa in una delle province siciliane meno note, decide all’età di 19 anni di trasferirsi nella capitale. La passione, a tratti spasmodica, per la televisione, mezzo di comunicazione seguito da sempre, lo porta a laurearsi in Comunicazione prima e far un master in scrittura televisiva poi. Sogni nel cassetto? Fare l'autore televisivo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *