Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Laura Pausini: le disavventure dell’estate

By on agosto 24, 2015
foto alessandra amoroso

Emma Marrone e Alessandra Amoroso: dopo la “tempesta”, torna il sereno?

Estate altalenante per alcune delle cantanti più apprezzate del momento: trattasi di Alessandra Amoroso, Emma Marrone e Laura Pausini. Le tre meteore della musica italiana, dopo aver trascorso l’inverno tra tour, registrazioni per i loro nuovi dischi e apparizioni in Tv, sono finite spesse volte al centro dell’attenzione mediatica. Alessandra Amoroso ha subìto da poco un intervento molto delicato alle corde vocali e il chirurgo che l’ha operata le ha consigliato per il momento di smettere di cantare. Inutile parlare del dispiacere dei fans, che ogni giorno le scrivono sulla sua pagina Facebook dimostrandole tutto il loro affetto. La giovane salentina, però, ha deciso ugualmente di partecipare all’ultima tappa del tour di Fiorella Mannoia dove è stata ufficialmente invitata in qualità di ospite. Una scelta col cuore quella di Alessandra, che ha dimostrato ancora una volta il suo amore sincero verso la musica. Estate particolare anche per la collega Emma Marrone: anche lei, infatti, ultimamente è spesso al centro dell’attenzione mediatica. La cantante dagli ‘Occhi profondi‘ è riuscita (nonostante sia lontana per il momento dai riflettori) a far parlare di sè per la sua storia d’amore con Fabio Borriello che sta facendo molto discutere. Un piccolo incidente, però, l’ha resa protagonista proprio ieri: ha infatti quasi subìto il furto della sua auto e la sua rabbia l’ha manifestata sulla sua pagina asserendo: “Volevo informare i ladri che cercano da giorni di rubarmi la macchina che non ci riuscirete mai!“. Insomma la Marrone ha dimostrato ancora una volta un carattere tutto pepe che difficilmente passa inosservato.

Laura Pausini bersagliata dai paparazzi: Silvia Salemi corre in suo aiuto

Anche Laura Pausini, definita da tutti ormai la star internazionale, è riuscita a far parlare di sè ultimamente. Laura, infatti, dopo aver dichiarato che le case discografiche ormai si aggrappano alle radio perchè sono in crisi, è stata attaccata da un giornalista ricevendo anche numerosi insulti. La Pausini non ha tardato a rispondere alle polemiche definendo alcuni giornalisti incapaci di svolgere il loro lavoro. Secondo Laura, però, le sue parole sono state travisate ed è per questo che è scoppiata la polemica. La cantante ha infatti dichiarato: “ Io credo che le case discografiche ormai siano in crisi e non hanno più la possibilità di investire soprattutto sui giovani! Per questo il successo di un brano oggi dipende dalle radio che la rendono una hit“. Queste sono in breve le dichiarazioni rilasciate dalla Pausini. E qualche giorno fa Il Tempo ha pubbicato un articolo relativo ad un intervento di Silvia Salemi in merito a questa polemica. La cantante, infatti, ha difeso Laura attaccando anche lei le case discografiche e il mercato della musica italiana. La Salemi ha infatti asserito: “Sono d’accordo con Laura Pausini su tutto ciò che ha detto riguardo le case discografiche. Oggi è difficile emergere e le radio dovrebbero promuovere di più i giovani artisti italiani che hanno dei progetti forti. Il nostro Paese si è sempre distinto per la cultura e per la musica, ma posso affermare che sotto questo punto di vista stiamo decisamente calando“. Queste le dichiarazioni di Silvia Salemi che ha così spiazzato tutti. Come volgerà la vicenda? Troveranno pace le cantanti dopo un periodo tumultuoso? Sicuramente si.

About Diego Schepis

Diego Schepis classe 1992 è nato a Messina ama l'odore del mare e i colori della sua Sicilia. La sua passione è la scrittura inoltre è appassionato anche di musica ed ama principalmente il genere pop. Per qualche anno ha studiato canto ma principalmente è autodidatta. Odia le persone che si credono perfette perchè crede che la perfezione non esiste. Va d'accordo invece con chi con molta calma e sincerità espone le proprie idee senza attaccare nessuno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *