X


Beppe Fiorello come Mancini: sarà il poliziotto che scoprì la Terra dei Fuochi

Scritto da , il 7 Maggio, 2015 , in Serie & Film Tv
Foto Beppe Fiorello nuova fiction

Beppe Fiorello è il re incontrastato della fiction, questo ormai si sa. Ogni serie in cui è stato protagonista, prevalentemente su Rai 1, ha ottenuto strepitosi risultati in termini d’ascolto. Ultimo successo televisivo dell’attore siciliano è stata la fiction L’angelo di Sarajevo, in cui Fiorello interpretava il giornalista Franco Di Mare e raccontava la storia della bellissima adozione di sua figlia.

In questi giorni Beppe Fiorello è impegnato all’Ambra Jovinelli di Roma con il suo spettacolo dedicato a Domenico Modugno, Penso che un sogno così, ma già a fine mese sarà pronto per cimentarsi in un altro ruolo.

Un ruolo completamente diverso ma di altrettanto interesse. Beppe Fiorello vestirà i panni di Roberto Mancini, il poliziotto che scoprì la Terra dei Fuochi in Campania e nel Lazio. L’attore, infatti, ritornerà sul set il 25 maggio per cominciare le riprese della nuova mininerie di Rai 1, che si intitolerà Io non mi arrendo e che vedremo nella prossima stagione televisiva.

E titolo non fu mai più azzeccato per queste due puntate che racconteranno la storia di questo poliziotto coraggioso che, per primo agli inizi degli anni Novanta, indagò sulla cosiddetta Terra dei Fuochi, zone della Campania, ma non solo purtroppo, trasformate in discariche abusive piene di rifiuti tossici che hanno avvelenato terre e abitanti.

Uno scempio del territorio fatto dalla camorra e da chi, senza scrupoli, ha rovinato il futuro di una generazione, che paga ancora e pagherà in futuro le conseguenze di un reato scellerato. Nella Terra dei Fuochi, infatti, l’incidenza di tumori è molto alta, molto più alta della norma.

A pagarne le spese è stato anche Roberto Mancini che per le sue indagini passò molto tempo nelle zone contaminate e si ammalò di cancro morendo, poi, nel 2014. Una indagine e un grande impegno, non solo professionale, ma anche civico ed umano che, ora, verrà portato in televisione da Beppe Fiorello, che ancora una volta interpreterà un personaggio realmente esistito e che ha pagato con la vita la sua battaglia per perseguire un ideale di giustizia e di legalità.