X


Renato Zero a Domenica In confessa alla Venier: “Ho subito aggressioni”

Scritto da , il 25 Novembre, 2018 , in Domenica In
foto Renato Zero domenica in Mara Venier

Renato Zero in ritardo a Domenica In per l’intervista con Mara Venier

Renato Zero ha rivoluzionato la puntata di Domenica In del 25 novembre. Ospite molto atteso da Mara Venier, il cantautore romano è arrivato negli ‘Studi Fabrizio Frizzi’ con tre ore di ritardo rispetto a quanto concordato, costringendo gli autori e la stessa conduttrice ad anticipare le interviste ad Alessandra Martines, Vanessa Incontrada e Leonardo Pieraccioni. Un duro colpo per la puntata di oggi e del quale potrebbe approfittarne, in termini di ascolti, Barbara D’Urso con la sua Domenica Live. Accolto in studio dalla Venier in stile Raffaella Carrà (“Renato Zero è qui”), il cantante ha fatto il suo ingresso tra l’applauso scrosciante dei presenti. Dopo un’iniziale scambio di battute, Zero si è fatto serio e ha ricordato la giornata di oggi, 25 novembre, contro la violenza sulle donne:

“Le donne sono importanti per tutta la società: basti pensare che sono loro a partorire, se lo facessero gli uomini sarebbe un disastro. Non basta dire ‘No alla violenza’, non si devono mai sottovalutare le denunce e le richieste d’aiuto”.

La Venier ha ricordato anche il numero anti violenza e stalking 1522, un servizio pubblico promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

Parlando della loro amicizia, Renato Zero ha definito Zia Mara “molto sfuggevole di carattere”:

“Non ti si becca mai, al telefono non rispondi. Poi mi incontra e mi dice che non ci vediamo”.

Domenica In, Mara Venier: Renato Zero parla del figlio adottato

Ospite a Domenica In di Mara Venier, Renato Zero ha ripercorso la sua carriera, i suoi straordinari successi musicali e il rapporto con i suoi fan. Il cantautore ha tracciato un bilancio della sua vita, tra passato e presente, ricordando quell’amore dei Sorcini che non l’ha mai abbandonato. Il grande Renato ha parlato anche della sua stravaganza che tanto caratterizzò l’inizio della sua brillante carriera. In tempi culturalmente più difficili, con le sue canzoni e i suoi travestimenti ha sfidato le convenzioni sociali e l’opinione pubblica, ponendosi come baluardo della libertà di essere se stessi. A Mara Venier ha confidato di aver subito delle aggressioni, non solo verbali, quando usciva vestito in maniera eccentrica, cercando di mediare la situazione con la parola:

“Devo dire che questo atteggiamento nella borgata mi fruttò non solo la comprensione dei ragazzi di periferia, ma anche i primi Sorcini”.

“La famiglia fatta d’amore e non dai sessi di appartenenza” è una frase molto spesso pronunciata dal cantautore romano. Più di quindici anni fa, Zero decise di adottare un ragazzo che era stato per anni la sua guardia del corpo, Roberto Fiacchini, che già viveva in casa con lui da anni. Dopo varie battaglie in tribunale, Renato sentiva la necessità di legalizzare un rapporto ormai da tempo consolidato e finalmente ci riuscì. Alla domanda di Mara Venier ‘cosa ti ha spinto ad adottare?’, Renato Zero ha risposto:

“Piano piano ci siamo resi conto che aveva un senso mettere insieme la mia solitudine con la sua…”

Renato Zero presenta Vincenzo Incenzo a Domenica In di Mara Venier

Insieme a Renato Zero, Mara Venier ha ospitato Vincenzo Incenzo, autore di molti successi del cantautore romano. A Domenica In, Incenzo ha presentato “Credo”, il suo primo album da solista, e ha cantato il singolo “Je Suis”. Renato Zero continua a stupire ancora tutti i suoi affezionati sorcini con una grande sorpresa, giusto in tempo per Natale: da venerdì 30 novembre (pre-order martedì 25 novembre) sarà disponibile un cofanetto esclusivo dal titolo “Alt in Tour”, una ricca collezione per esplorare la discografia leggendaria di uno dei nomi più straordinari del panorama cantautoriale italiano. Il cofanetto sarà composto da un doppio album, un dvd e un bluray del concerto tenutosi agli inizi del 2017 al Forum di Assago. Alt in Tour è il secondo album live del 2018, dopo “Zerovskij Solo per Amore-Live”, uscito a maggio scorso.