Storie Italiane, inviata aggredita: “Avevano organizzato tutto”

By on novembre 7, 2018
Foto Inviata Aggredita Storie Italiane

Storie Italiane, parla inviata aggredita: “L’avevano organizzato”

E’ accaduto ieri in diretta, nell’ex fabbrica della Penicillina del quartiere San Basilio a Roma: proprio da lì, l’inviata Roberta Spinelli di Storie Italiane stava curando un collegamento in diretta con Eleonora Daniele per denunciare gli spacci e gli altri reati che da tanto, troppo tempo, avvengono nello stabile, in un certo senso sotto gli occhi di molti. E proprio durante la diretta, l’inviata è stata aggredita assieme al cameraman: costretti a scappare, i due hanno dovuto interrompere il collegamento, salvo poi riprenderlo per pochi istanti per tranquillizzare la conduttrice e tutti i telespettatori facendo loro sapere di star bene. E nella puntata odierna di Storie Italiane la Spinelli, ospite in studio di Eleonora Daniele, ha voluto raccontare come sono andate esattamente le cose, affermando:

Sono venuta a sapere che, non gradendo la nostra presenza, avevano organizzato tutto!

Dopo tale dichiarazione, che ha lasciato tutti di stucco, Roberta Spinelli ha proseguito il suo racconto affermando che già nella diretta del giorno precedente c’erano stati degli strani movimenti sul luogo, segnali che non è riuscita a cogliere subito. Ieri, invece, il fattaccio:

Appena ci hanno visti arrivare, per come erano organizzati hanno chiuso tutte le vie d’uscita…”

Storie Italiane: dopo Roberta Spinelli parla un’altra inviata minacciata

Nel suo drammatico racconto l’inviata di Storie Italiane Roberta Spinelli aggredita ieri ha affermato di essere riuscita, assieme al suo cameraman, a trovare una via d’uscita, nonostante i vari blocchi preparati dai responsabili dell’aggressione:

Ci hanno lanciato una bottiglia, ma ci sono arrivati anche pugni e botte. Hanno cercato di buttarci con dei calci giù dalle scale.

Al termine del racconto dell’inviata che ha voluto scusarsi per quanto accaduto, tra gli applausi del pubblico presente in studio, la Daniele ha asserito a gran voce che chi dovrebbe scusarsi non è certo lei, bensì chi è responsabile di tutto ciò che sta accadendo a San Basilio dove, secondo quanto annunciato dalla conduttrice stessa all’inizio della puntata, un ragazzo sarebbe addirittura caduto dal settimo piano e si troverebbe ora in condizioni critiche.
La Spinelli, tuttavia, non è stata l’unica inviata di Storie Italiane ad aver avuto problemi: anche Maria Grazia Sarrocco, nei giorni scorsi inviata a Catania sempre per denunciare problemi legati allo spaccio, è stata minacciata e obbligata ad allontanarsi. Anche lei ospite in studio da Eleonora Daniele, ha raccontato:

Le minacce ci sono state rivolte da alcune donne, da mogli che in qualche modo si sono sentite colpite. Hanno cercato di aggredirci verbalmente, perchè noi abbiamo parlato di sentinelle. Lì ci sono tanti spacciatori, ma anche donne che avvisano gli spacciatori della presenza di soggetti particolari, forze dell’ordine o giornalisti…”

Eleonora Daniele dopo l’aggressione dell’inviata di Storie Italiane: “Non ci fermeremo”

Dopo le testimonianze delle sue inviate, rispettivamente Roberta Spinelli aggredita in diretta nel quartiere San Basilio di Roma e Maria Grazia Sarrocco minacciata con la sua troupe a Catania, la padrona di casa di Storie Italiane Eleonora Daniele ha sottolineato che, nonostante gli atti intimidatori, le inchieste del programma andranno comunque avanti.

About Emanuele Fiocca

Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore dal 2014 al 2017, scrive per LaNostraTv dal 2012.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *