X


Domenica In, Mika fa una confessione dolorosa: “Fu preso in ostaggio”

Scritto da , il 13 Ottobre, 2019 , in Domenica In
Foto Mika Domenica In

Mika fa una confessione spiazzante a Domenica In: “Mio padre fu preso in ostaggio”

Puntata intensa quella di Domenica In di oggi: dopo l’intervista a Valeria Fabrizi e Flavio Insinna è venuta la volta della star del pop Mika, celebre in Italia per aver fatto giudice a X Factor e per il programma di Rai1 Stasera Casa Mika. Si è aperto in una lunga intervista dove ha parlato del suo nuovo album (My Name Is Michael Holbrook) e soprattutto della sua famiglia a cui è molto legato. Soprattutto sul padre ha fatto una confessione spiazzante:

“Mio padre fu preso in ostaggio nella prima guerra del golfo, non era più lui quand’è tornato a casa: era magro e aveva tanti altri problemi”.

Il rapporto con suo padre è migliore da quando hanno dovuto affrontare la malattia della madre, la quale ha subito un’operazione al cervello.

Domenica In, Mika sulla sua infanzia: “Piangevo tutti i giorni”

“Non andavo bene a scuola” ha raccontato Mika a Domenica In dopo la commozione di Valeria Fabrizi, “ho avuto dei problemi, e allora mia madre mi disse che non sarei più andato. Però ogni pomeriggio studiavo con lei. Io piangevo tutti i giorni perché dovevo studiare musica quattro ore al giorno. Avevo smesso di parlare per tre mesi e vedevo mia madre come una matta, ma poi dopo un paio di mesi mi sono ritrovato a cantare all’Opera di Londra”. Per molto tempo sua madre si è comportata come la sua manager e, a proposito del suo nuovo album, gli ha detto che non lo avrebbe mai perdonato nel caso in cui lo avesse fatto triste. Lo ha confermato Mika oggi su Rai1: “Non volevo fare canzoni melanconiche, ma dei fuochi d’artificio”.

Mara Venier intervista Mika, ma c’è un imprevisto: “Qui ce la tirano”

Che intervista sarebbe stata senza un piccolissimo imprevisto come rumore molesto? Mara Venier ha subito tranquillizzato Mika a Domenica In spiegandogli che “Qui qualcuno ce la tira, non ti preoccupare, io ho un fantasma qui dietro che non ti dico come si chiama”.