X


Alberto Matano e Lorella Cuccarini, rivelazione: “Abbiamo dormito qui”

Scritto da , il 22 Aprile, 2020 , in Personaggi Tv
foto Alberto Matano e Lorella Cuccarini 21 aprile

La vita in diretta, Lorella Cuccarini e Alberto Matano ironizzano: “Abbiamo dormito qui”

Anche oggi, mercoledì 22 aprile 2020, come avviene da un mese e mezzo ormai, Alberto Matano e Lorella Cuccarini con La vita in diretta hanno fatto compagnia ai telespettatori della prima rete già a partire dalle 14.10 circa, dopo la rubrica ‘Diario di casa’ curata da Rai Ragazzi. E proprio iniziando la prima parte della puntata de La vita in diretta di oggi, i due conduttori, riferendosi alla lunga durata della trasmissione (che, come appena accennato, da oltre un mese sostituisce con il primo segmento Vieni da me di Caterina Balivo), hanno fatto una battuta, affermando sorridendo: “Stanotte abbiamo dormito qui”. Spiegando, subito dopo, che si è trattato, appunto, di una battuta, hanno dato il via ufficiale alla trasmissione, collegandosi via skype con Serena Rossi.

Alberto Matano emozionato a La vita in diretta: “Dalla mia città arriva una storia molto bella”

A La vita in diretta Alberto Matano ha inoltre documentato la vicenda dei due pazienti affetti da covid-19, che un mese fa sono stati trasferiti dalla Lombardia all’ospedale di Catanzaro, a causa della mancanza di posti in terapia intensiva in tutti gli ospedali lombardi. I due pazienti, che ora sono migliorati, sono stati dimessi alcuni giorni fa e trasferiti nuovamente in Lombardia. Dunque Alberto Matano, collegandosi con l’ospedale di Catanzaro dove sono stati curati, ha affermato:

Dalla città nella quale sono nato, che è Catanzaro, arriva una storia molto bella

subito dopo ha precisato: “Spesso si parla male del Sud. Ora invece…”.

La vita in diretta, Alberto Matano: “Esempio di collaborazione tra Nord e Sud”

“Questa storia è un esempio di collaborazione tra la Bergamasca, la zona più colpita dall’epidemia, e la Calabria, che nell’emergenza ha accolto, come hanno fatto altre regioni, alcuni pazienti gravi che nella loro terra non potevano essere curati” ha poi aggiunto Alberto Matano a La vita in diretta (ieri interrotta per oltre due ore).