X


Flavio Insinna fa un chiarimento a L’Eredità: “Notizie pericolose”

Scritto da , il 17 Aprile, 2020 , in Personaggi Tv
foto Flavio Insinna 14 aprile

L’Eredità, Flavio Insinna nell’anteprima di oggi: “Le fake news possono diventare pericolose”

Anche oggi, venerdì 17 aprile 2020, come tutti i giorni, Flavio Insinna ha introdotto la puntata in replica de L’Eredità con un videomessaggio registrato a casa, che Rai1 ha trasmesso, come da tradizione, attorno alle 18.40, subito dopo la fine de La vita in diretta e l’inizio del quiz. Nel videomessaggio di oggi Flavio Insinna ha affrontato un tema molto importante, oggi ancora più del solito, vista la delicatezza del periodo che stiamo vivendo: trattasi delle fake news, ossia le notizie false che spesso circolano in rete. A tal proposito il conduttore de L’Eredità ha cercato di mettere in guardia i telespettatori, spiegando: “Le fake news a volte possono diventare anche pericolose”.

Flavio Insinna prima della puntata di oggi de L’Eredità: “Vi parlo di stupidaggini”

Nel suo videomessaggio, Flavio Insinna prima della replica di oggi de L’Eredità ha infatti spiegato:

In questa anteprima vorrei parlarvi di stupidaggini, ma non quelle che dico io di solito per cercare di farvi ridere, bensì quelle che troviamo in rete mentre cerchiamo di informarci: trattasi di notizie fasulle, ormai chiamate fake news.

In un periodo così difficile e doloroso della nostra vita, le notizie false secondo me diventano addirittura criminali!” ha sottolineato subito dopo.

L’Eredità, Flavio Insinna spiega: “Chi diffonde notizie false, è stupidamente colpevole”

Continuando il videomessaggio trasmesso nell’anteprima della puntata di oggi de L’Eredità, Flavio Insinna (che quest’anno con il suo quiz potrebbe andare in onda fino a luglio, con nuove puntate) ha aggiunto subito dopo:

Chi diffonde in rete notizie relative a farmaci e a possibilità di guarire in un secondo, non fa solo una cosa stupida, è stupidamente colpevole, stupidamente criminale, stupidamente cattivo!

“Facciamo attenzione, vi prego, a tutto quello che leggiamo in giro” ha asserito infine, chiudendo con una battuta ossia: “Ora c’è L’Eredità, dove sicuramente avrò detto qualche stupidaggine per cercare di farvi sorridere”.