X


Unomattina, Claudio Amendola su Nero a metà: “Carlo è in difficoltà”

Scritto da , il 10 Settembre, 2020 , in Interviste
foto Claudio Amendola Unomattina

Claudio Amendola interviene a Unomattina: la confessione inaspettata su Nero a metà 2

Non sarà solo il filone crime a tenere alta la tensione nella nuova stagione di Nero a metà, ma anche la trama rosa. Claudio Amendola è intervenuto a Unomattina poco fa e ha raccontato a Monica Giandotti e Marco Frittella cosa succederà al personaggio di Carlo Guerrieri nelle nuove puntate della fiction, in onda questa sera su Rai1 con la prima puntata della seconda stagione. A destabilizzare l’ispettore di polizia sarà la collega, Marta, interpretata da Nicole Grimaudo.

“Nasce una storia tra loro, nello stesso momento in cui Carlo si è sposa con Cristina […] Nasce una passione che scatena nel mio personaggio una grande difficoltà”.

Queste le parole di Claudio Amendola che ha anticipato come il primo incontro con Nicole Grimaudo avverrà in un momento drammatico: il figlio di Marta infatti verrà ucciso.

Anticipazioni Nero a metà 2, Claudio Amendola ammette: “Sarà una partenza col botto”

Già nella prima puntata di Nero a metà 2 di questa sera i colpi di scena saranno tanti. Claudio Amendola ha raccontato a Unomattina:

“La serie parte col botto! Subito ci troviamo coinvolti a un caso legato alla vendita degli organi. Una partenza fortissima a livello emotivo ed emozionale”.

L’attore di Carlo Guerrieri ha ammesso che il rapporto con Malik continuerà ad essere di “tenera antipatia” e, nel corso delle puntate, lo stare insieme li porterà a confrontarsi e prendere delle scelte. Su Miguel Gobbo Diaz, Claudio Amendola ha confessato di averlo visto crescere nella seconda stagione di Nero a metà e di essere fiero di ciò.

Nero a metà nuova stagione, Claudio Amendola svela su Carlo Guerrieri: “Ha dei difetti”

Sul personaggio di Carlo Guerrieri, Claudio Amendola, che si è lasciato andare a una confessione sulla sua vita privata di recente, ha ammesso di amare proprio l’imperfezione. “Ha dei difetti” ha ammesso il protagonista di Nero a metà 2, ma proprio quelle contraddizioni lo rendono reale. È la fallibilità di Carlo a renderlo così amato dal pubblico.