X


AresGate, Alberto Tarallo rompe il silenzio: “Adua? Credo sia manipolata”

Scritto da , il 5 Ottobre, 2020 , in Personaggi Tv
Foto Alberto Tarallo AresGate

Alberto Tarallo rompe il silenzio sull’Ares-Gate: “Credo che Adua Del Vesco sia manipolata”

Mediaset non può parlare dell’AresGate? Allora Massimo Giletti a Non è l’Arena invita direttamente Alberto Tarallo, produttore dell’Ares, nonché compagno del compianto Teodosio Losito (morto suicida). E’ stato un intervento lungo mezz’ora molto doloroso e sofferto dove Alberto Tarallo ha rotto
il silenzio su Adua Del Vesco e Massimiliano Morra
:

“Credo che lei sia manipolata. Penso si sia prestata bene. E’ stata lei a costringere Teo a mandare via Massimiliano dalla gabbia d’oro”.

Ha confermato che la loro storia d’amore era del tutto finta e costruita a tavolino da lui, Teodosio Losito e Sandro Mayer.

Non è l’Arena, Alberto Tarallo furioso: “Per un punto di share in più ammazzerebbero”

Il produttore cinematografico e televisivo Alberto Tarallo intervistato da Massimo Giletti a Non è l’Arena a proposito dell’AresGate ha svelato che sa chi si cela dietro tutto questo gioco perverso atto a fargli del male e crede che Adua Del Vesco sia manipolata. E perché arrivare a dire quelle cose su Tarallo, quando lui le avrebbe proposto di andare in una clinica al fine di guarire dall’anoressia? Quando lui e Teodosio Losito avrebbero addirittura prestato una casa alla madre e alla sorella di Adua per venirla a trovare in maniera più agevole? “L’unica volta che mi sono arrabbiato è quando hanno finto di aver letto Il giovane Holden e Il Piccolo Principe. Adua non ci ha mai detto che era fidanzata” ha dichiarato Alberto Tarallo a proposito di Morra-Adua, la cui storia era finta.

AresGate, Alberto Tarallo in lacrime: “Le persone che hanno distrutto Teo, non distruggeranno me”

Al termine del suo intervento Alberto Tarallo in lacrime a Non è l’Arena ha letto l’ultima lettera di Teodosio Losito prima del suicidio e ha fatto una dichiarazione molto forte: “Le persone che hanno distrutto Teo, non distruggeranno me. Perché io sono più forte”.