X


Elisa Isoardi e Raimondo Todaro, bacio sfiorato! Lui scoppia a piangere

Scritto da , il 3 Ottobre, 2020 , in Personaggi Tv
foto Raimondo Todaro piange

Ballando con le stelle, Elisa Isoardi e Raimondo Todaro: bacio sfiorato durante l’esibizione

E’ stata un’esibizione molto intensa quella di Elisa Isoardi e Raimondo Todaro nella terza puntata di Ballando con le stelle. Con un ballo lento (per ovvie ragioni, viste le difficoltà di Raimondo Todaro dopo l’operazione) i due hanno commosso il pubblico di Ballando con le stelle 2020, sfiorando addirittura un bacio! Non a caso Gianni Ippoliti, dopo la loro performance, ha chiesto di rimandare in onda il replay del momento in cui le loro labbra si sono quasi toccate.

Raimondo Todaro scoppia in lacrime a Ballando con le stelle: Elisa Isoardi lo abbraccia

Non ce l’ha fatta a trattenere le lacrime Raimondo Todaro a Ballando dopo l’esibizione di stasera con Elisa Isoardi. Giunto davanti alla giuria, è infatti scoppiato a piangere, abbracciando Elisa Isoardi (che ieri ha scritto un bellissimo messaggio per lui letto in diretta a Storie Italiane).

So cosa significa essere operati e tornare subito in piedi

gli ha quindi detto Carolyn Smith. Intanto anche Rossella Erra si è commossa ed è stata inquadrata in lacrime. E i giurati di Ballando, vedendo piangere Raimondo Todaro, hanno cercato di alleggerire l’atmosfera dicendo: “Quanto era antipatico l’anno scorso quando ballava con Nunzia De Girolamo!”.

Raimondo Todaro torna a ballare con Elisa Isoardi a Ballando con le stelle: la confessione nella clip

Nella clip di presentazione, mandata in onda prima dell’esibizione con Elisa Isoardi, Raimondo Todaro nella puntata di Ballando con le stelle di oggi ha parlato delle paure avute nei giorni dell’operazione, affermando di aver sofferto per essere stato lontano da Ballando. “E’ come se non fossi stato con la mia famiglia durante il cenone di Natale” ha confessato a tal proposito. Insomma, una puntata ricca di emozioni e colpi di scena quella di Ballando con le stelle di stasera, iniziata con una gaffe di Paolo Belli.