Roberta Ragusa. Antonio Logli: Corte di Cassazione annulla il proscioglimento

By on marzo 18, 2016
foto di Roberta Ragusa

Caso Roberta Ragusa: Antonio Logli a processo

Lo ha deciso la prima sezione penale della Cassazione oggi alle 9.15: Antonio Logli dovrà tornare davanti al Giudice perchè accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere. La Corte di Cassazione ha quindi annullato il proscioglimento del marito di Roberta Ragusa, accogliendo il ricorso di Procure e parti civili. A rendere pubblica la notizia, in questo momento ripresa da tutte le testate giornalistiche, è stata la redazione di “Chi l’ha visto?”, che sulla pagina facebook ufficiale del programma ha pubblicato lo stato: Roberta Ragusa: la Corte di Cassazione accoglie il ricorso contro il proscioglimento di Antonio Logli“. L’uomo dovrà dunque tornare davanti al Giudice per l’esaminazione della richiesta di rinvio a giudizio presentata dalla Procura: le accuse nei suoi confronti sono, come suddetto, omicidio volontario e distruzione di cadavere. A confermare la notizia è stato l’avvocato Nicodemo Gentile, legale di parte civile nel processo in rappresentanza dell’Associazione Penelope. Oscar Cedrangolo, Sostituto Procuratore generale della Cassazione, aveva chiesto l’annullamento del proscioglimento di Antonio Logli ai Giudici della prima sezione penale della Suprema Corte. A volere il proscioglimento dell’uomo era stato il Giudice per le indagini preliminari di Pisa il 6 marzo dell’anno scorso.

Antonio Logli: proscioglimento annullato dalla Corte di Cassazione

Più di quattro anni di silenzio avvolgono il mistero della scomparsa di Roberta Ragusa, per la quale l’unico indagato è appunto Antonio Logli, marito della donna, scomparsa la notte del 13 gennaio 2012 dalla sua casa di San Giuliano Terme. Contro il proscioglimento dell’uomo avevano fatto ricorso tre parti civili e due Procure (la Procura generale di Firenze e la Procura di Pisa). Dunque ora Logli dovrà tornare in Tribunale con le pesanti accuse di omicidio volontario e distruzione di cadavere, anche se della moglie non è mai stata trovata alcuna traccia. Del caso si parlerà ampiamente questa sera a Quarto Grado, il programma targato Mediaset e firmato Videonews, condotto da Gianluigi Nuzzi ed Alessandra Viero, in onda alle 21.15 su Rete4. Dopo un anno di attesa per i familiari di Roberta è arrivata dunque una svolta decisiva, proprio com’è avvenuto per il caso Marco Vannini (la famiglia Ciontoli e Viola Giorgini sono stati rinviati a giudizio e saranno processati il 23 maggio). I familiari della Ragusa sono intervenuti mercoledì sera a “Chi l’ha visto?”, ospiti di Federica Sciarelli, che riparlerà del caso anche la settimana prossima. A distanza di quattro anni, comunque, quello di Roberta Ragusa rimane un mistero senza fine e la donna, come afferma spesso Federica Sciarelli, resta almeno per ora “nella terra degli scomparsi”.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dall'11 Agosto 2014 e Responsabile Editoriale di "Lavorare Nello Spettacolo", le sue più grandi passioni sono la natura, il giornalismo e ovviamente la Tv!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *