Marco Carta a Domenica in: “La mia vita privata non deve far pena”

By on dicembre 4, 2017
foto marco carta intervista

Domenica in, l’intervista a Marco Carta

Ieri pomeriggio Marco Carta è stato ospite a Domenica in. Il cantante sardo è stato intervistato da Claudio Lippi: l’atteggiamento del conduttore televisivo è stato criticato sui social, forse perché poco preparato sul cantante. A Domenica in, e con Lippi, Marco Carta ha parlato e ripercorso questi ultimi tre mesi di Tale e Quale Show. Marco ha vinto sia la settima edizione del varietà di maggior successo targata Rai1, sia il Torneo di Tale e Quale Show, nel quale hanno gareggiato gli artisti migliori di tutte le edizioni. “Io ti odio, ti odio”, ha detto Claudio Lippi in maniera scherzosa a Marco; entrambi sono stati concorrenti del varietà condotto da Carlo Conti. “Ti ringrazio perché la tua bravura ha giustificato che io sia arrivato ultimo”, ha aggiunto Lippi. Marco Carta ha parlato di alcuni retroscena della trasmissione; il cantante si è soffermato sulla parte che il pubblico da casa non vede, ovvero quella del trucco. “Una roba faticosa, lo strucco fa male”, ha detto Marco svelando che ci sono tre incontri con il trucco alla settimana; quello del lunedì o del martedì fa più male perché la pelle non si fa riposare. Quelli di Tale e Quale Show sono tre mesi difficili in toto, dal trucco allo strucco, dalle prove allo stress delle corde vocali che devono mettersi in posizione diverse per fare la voce di qualcun altro.

Marco Carta a Domenica in: la dichiarazione che spiazza tutti

Ospite a Domenica in e intervistato da Claudio Lippi, Marco Carta ha ricevuto i complimenti del conduttore televisivo: “Per me sei un mito”. Marco ha parlato della sua vita, anche se non ne parla volentieri. È risaputo che Marco ha perso la madre a undici anni ed è cresciuto con la nonna e la zia. Lippi ha fatto anche riferimento ad una frase del brano con cui Carta vinse la 59° edizione del Festival di Sanremo con La Forza Mia, ‘Il mio gancio in mezzo al cielo’, dedicato alla madre. “La scomparsa di mamma è stato qualcosa che mi ha scioccato e mi ha dato lucidità” – ha detto Carta:

“La lucidità è la consapevolezza, essere consapevoli di qualcosa. Quando ti viene a mancare qualcosa, anche per anestetizzarsi dal dolore, devi buttarti su qualcosa che possa darti pace”.

Marco ha affermato che non ama parlare della sua vita privata e poi si è scagliato contro chi sostiene che i suoi dischi vengono comprati per il fatto di non avere più i genitori. Carta non ci sta:

“Io ho studiato, faccio il mio mestiere con tanto amore e non voglio che mi si venga detto che faccio pena per questa cosa. Sono un ragazzo con le spalle, vado avanti con la mia testa, il mio cervello e il mio orgoglio”.

About Marco Santoro

Nato il 14 Ottobre 1992, è un laureando in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università Kore di Enna. Appassionato di televisione, radio, spettacolo e scrittura. Ha prodotto e condotto diversi programmi radiofonici tra cui "Generazione Talenti", ricco di interviste a grandi personaggi della musica. Ha fondato e cura i siti di un'associazione culturale e musicale, di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di diversi spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *