X


Alex Schwazer rompe il silenzio a Verissimo: “Carolina Kostner non ha colpe”

Scritto da , il Febbraio 28, 2015 , in Interviste Tag:,
foto Alex Schwazer

E’ iniziata con il silenzio, e con uno sguardo che parlava più di mille parole, l’intervista di Silvia Toffanin ad Alex Schwazer. Il salotto di Verissimo ha dato spazio oggi alle dichiarazioni commosse, ma fiere, del campione olimpico che nel 2008 è salito sul gradino più alto del podio a Pechino. Un trionfo a cui poi è seguita, dopo quattro anni, una brusca discesa.

Dopo le confessioni di Giulia Michelini di qualche settimana fa, il programma di Canale 5 ha aperto le porte allo sfogo del maratoneta. Poco tempo fa nello studio de La vita in diretta, invece, era stata l’ex fidanzata Carolina Kostner a rompere il silenzio. Oggi, a Verissimo, Alex Schwazer ha fatto un bilancio della sua vita, ammettendo i suoi errori e puntando alla rivincita.

“Nel 2008 dopo le Olimpiadi già stavi male – ha chiesto Silvia Toffaninchi ti era vicino non si è reso conto di cosa stavi vivendo?”. “Nessuno si è accorto del mio malessere perchè io ero molto orgoglioso, non volevo mostrare le mie debolezze e non ho mai parlato delle mie difficoltà”, ha ammesso l’atleta. “Dopo Pechino avrei avuto bisogno di una pausa – ha confessato – non me la sono concessa perchè volevo confermare il mio valore…non volevo essere quello che vince e poi si perde”.

“In questa storia purtroppo – ha proseguito la conduttrice è stata coinvolta anche Carolina, come ti senti nei suoi confronti?”. “Non bene – ha ammesso Schwazer io ho sbagliato ma lei non ha colpe”“Pensi che lei ti perdonerà?”, ha chiesto poi la Toffanin. Lo spero – ha ammesso – ma adesso è ancora difficile, è una storia molto fresca, è stata squalificata a gennaio…al momento non ho nessun contatto con lei”.

Ora l’obiettivo del maratoneta è Rio 2016 e se non dovesse partecipare alle prossime olimpiadi, ha dichiarato: Ci sarà l’anno dopo e quello dopo ancora…ho pagato per i miei errori, ho perso tutto, a partire dalla fidanzata e dalle tante persone che mi erano vicine…ora voglio dimostrare in gara di poter primeggiare senza doping. E rubando le parole di Silvia Toffanin: “Bisogna sempre dare una seconda possibilità alle persone!”.