X


Daniela Poggi a La vita in diretta racconta il dolore per la malattia della madre

Scritto da , il Febbraio 10, 2015 , in Interviste Tag:,
foto Daniela Poggi

“Io madre di mia madre”. E’ questo il titolo dello spettacolo teatrale autobiografico che l’attrice e conduttrice, Daniela Poggi, ha ideato e portato in scena fino al 2009. Ospite de La vita in diretta, l’artista ha raccontato a Cristina Parodi gli anni difficili trascorsi accanto alla madre malata di Alzheimer. L’attrice ha affermato di aver perso la mamma nel 2010 e di esserle stata sempre accanto.

Dopo l’intervista con gaffe di Moreno di ieri, e le chiacchierate più serie con: Massimo di Cataldo, l’atleta Carolina Kostner, (che si è lasciata andare ad una confessione shock), e Sarah Maestri (che qualche giorno fa ha parlato della sua malattia), oggi il salotto di Rai 1 ha trattato un altro tema forte: quello dell’assistenza a un malato.

“Il mio era un rapporto conflittuale con mia madre, sono scappata dalla sicurezza dei genitori molto giovane, a 18 anni, ha dichiarato l’attrice. “Mia mamma si è ammalata di Alzheimer intorno al 2000, aveva 70 anni…all’inizio, quando la malattia non era ancora conclamata, non si riusciva a capire come far trovare la serenità a questa donna, poi finalmente è arrivata la cura giusta e mia madre è diventata un piccolo angelo, la mia bambina.

Daniela Poggi ha ammesso di aver vissuto delle giornate terribili: “Facevo delle corse pazzesche da Milano a Roma perchè lei aveva dei momenti di aggressività: buttava le cose giù dalla finestra, inseguiva la donna di servizio”. “Negli ultimi 5 anni di vita mia madre non mi riconosceva più…per lei ero una signora, il papà o il marito – ha proseguito l’attricema questo non importa, quello che conta è che le ho donato amore”.

“Vivi delle sensazioni di enorme panico – ha ammesso poi Daniela Poggipensi di impazzire e di non farcela”. Poi serena, e con il sorriso sulle labbra, l’attrice ha affermato che il segreto è dare gioia: “Se trasmetti messaggi positivi doni il sorriso anche nella persona che assisti”. Da questa esperienza difficile, ma anche costruttiva è nato lo spettacolo teatrale: “Io madre di mia madre”. Qui l’attrice ha messo in scena il dolore per la malattia della mamma, una sofferenza che è diventata però lo strumento per donare amore alla donna che le ha dato la vita.