X


Paolo Villaggio è morto: il triste addio al ragionier Fantozzi

Scritto da , il Luglio 3, 2017 , in Personaggi Tv Tag:,
foto Paolo Villaggio

Morto Paolo Villaggio: l’ultimo saluto al comico italiano

Triste notizia per il mondo del cinema e della televisione. Paolo Villaggio, comico italiano che ha dato volto e carattere al celebre personaggio del ragionier Ugo Fantozzi, è venuto a mancare nella notte. Le condizioni di salute dell’artista 84enne si sarebbero aggravate negli ultimi giorni. Il peggioramento delle condizioni di Paolo Villaggio avrebbero infatti reso necessario il ricovero al Policlinico Gemelli di Roma. Un momento triste per il cinema e la televisione italiana, che hanno perso un interprete brillante e carismatico in grado di intrattenere il pubblico con semplicità, attraverso caricature dell’uomo medio, come appunto il ragionier Ugo Fantozzi. All’annuncio del decesso è stato fatto della figlia di comico su facebook, con un messaggio carico d’affetto. Elisabetta ha infatti ricordato il padre salutando un uomo libero di volare di nuovo. Attore, comico, scrittore, sceneggiatore e doppiatore, Paolo Villaggio è stato un uomo dai mille talenti che ha segnato profondamente il cinema italiano.

Paolo Villaggio morto a 84 anni: l’addio a Ugo Fantozzi

È moto Paolo Villaggio. L’attore italiano, famoso per aver incarnato il personaggio del ragionier Ugo Fantozzi, è venuto a mancare a Roma poche ore fa, dove era ricoverato da diversi giorni al Policlinico Gemelli. Paolo Villaggio è morto a 84 anni. Negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate, portando al ricovero in ospedale appunto. Una triste notizia per il mondo del cinema e della televisione, che ha salutato uno dei suoi esponenti di spicco. Gli inizi nell’avanspettacolo, la radio e il successo con la saga di Fantozzi, sono state le tappe di una carriera brillante, segnata dal successo. Ideatore e interprete di Fantozzi, Paolo Villaggio è celebre anche per il ruolo di Fracchia. Le Comiche e Pompieri, sono state altre tappe di una lunga carriera costellata da trionfi per arrivare anche a ruoli diversi come quello del maestro interpretato in Io speriamo che me la cavo.