X


Caterina Balivo annuncia un lutto a Vieni da me. Le sue parole

Scritto da , il febbraio 5, 2019 , in Personaggi Tv
foto Caterina Balivo, 5 febbraio

Vieni da me, Caterina Balivo fa un triste annuncio: “Ci ha lasciato questa notte…”

La notizia si è diffusa in rete in mattinata, ma ad annunciarlo in televisione è stata, tra gli altri, Caterina Balivo, che nella puntata di Vieni da me di oggi, 5 febbraio 2019, durante l’intervista di Orietta Berti, ha voluto mandare un abbraccio alla famiglia di Giampiero Artegiani, autore del popolarissimo brano “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri, venuto a mancare durante la notte. Nel salotto di Vieni da me oggi Orietta Berti ha cantato “Quando l’amore diventa poesia”, e proprio al termine della sua esibizione la Balivo ha ricordato che tale brano è stato interpretato, in passato, anche da Massimo Ranieri, aggiungendo:

C’è un applauso caloroso che dobbiamo fare alla famiglia di Giampiero Artegiani. La notizia ce l’ha data Filo in redazione… aveva scritto “Perdere l’amore” […] ci ha lasciato questa notte. Il nostro affettuoso e sentito applauso.

Caterina Balivo parla della morte di Giampiero Artegiani. Interviene Filippo Merola

Prima di un lungo applauso dedicato a Giampiero Artegiani da parte del pubblico presente nello studio di Vieni da me per la puntata di oggi, a prendere la parola è stato proprio Filippo Merola (in arte Filo), nel cast fisso di Vieni da me fin dall’inizio di questa edizione, che ha svelato che “Perdere l’amore” è considerato uno dei brani più belli del ‘900! Subito dopo la Balivo ha dato spazio, invece, a Sanremo, con i commenti di Anna Pettinelli e Orietta Berti e, soprattutto, con gli interventi di Francesco Facchinetti, inviato all’Ariston per Vieni da me.
Come scrive ANSA.it, Artegiani è morto ieri sera all’Ospedale Israelitico di Roma all’età di 63 anni. Oltre a “Perdere l’amore”, l’autore ha firmato altre indimenticabili canzoni, tra le più belle di sempre, come “La mia libertà” (scritta assieme a Franco Califano), “Mani nelle mani” di Michele Zarrillo e non solo. Giuseppe Artegiani, oltre a scrivere canzoni, ha svolto anche la professione di produttore e discografico. Il brano succitato di Zarrillo è stato presentato al Festival di Sanremo due anni fa, mentre Massimo Ranieri è salito sul palco dell’Ariston con “Perdere l’amore” nel lontano 1988.

Giuseppe Artegiani morto alla vigilia di Sanremo: il ricordo del Direttore di Rai1

Sempre ANSA.it scrive che il Direttore di Rai1 Teresa De Santis ha parlato di Giuseppe Artegiani durante la conferenza stampa del Festival di Sanremo definendolo “un rockettaro”, ricordando inoltre la sua partecipazione proprio al festival della canzone italiana nel 1984 con il brano “Acqua alta in piazza San Marco”, da lui stesso interpretato. E sicuramente anche Claudio Baglioni omaggerà l’artista stasera durante la prima puntata del festival.

About Emanuele Fiocca

Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della Rai come Unomattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, scrive per il blog dal 2012.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *