X


Festival di Sanremo: Einar risponde alle accuse di plagio

Scritto da , il febbraio 7, 2019 , in Festival di Sanremo
foto einar plagio sanremo storie italiane

Sanremo 2019: il brano di Einar è un plagio? La sua risposta a Storie Italiane

Da qualche settimana Striscia la Notizia continua ad indagare sul presunto conflitto di interessi tra la Rai e il Festival di Sanremo e questo ha coinvolto anche Einar accusato di plagio. Il tg satirico di Antonio Ricci ha fatto chiarezza sul brano del cantante con cui vinse Sanremo Giovani, ‘Centomila Volte’, che sarebbe molto simile a un pezzo di una band torinese dal titolo ‘Io Ti Amerò’. Dopo opportune verifiche, la trasmissione condotta da Ficarra e Picone ha emesso una sentenza: non si tratta di plagio, dunque Einar è stato scagionato e può continuare ad esibirsi sul palco dell’Ariston senza preoccupazioni con ‘Parole Nuove’. Intervenuto a Storie Italiane, Einar si è detto molto tranquillo spiegando che è un singolo a cui tiene molto e gli è piaciuto da subito:

“Sulle altre cose dietro non posso dire niente”.

Arisa sotto accusa a Sanremo 2019: il suo brano somiglia a quello dei Nomadi?

Come ogni anno i più accaniti fan del Festival di Sanremo si divertono a giocare molto sulle somiglianze tra le canzoni in gara. Tanti i casi già segnalati. Lo scorso anno toccò a Ermal Meta e Fabrizio Moro per ‘Non Mi Avete Fatto Niente’ molto simile a ‘Silenzio’ presentata e poi scartata a Sanremo Giovani nel 2016. Quest’anno invece, tra i tanti, anche Arisa è stata accusata di plagio. L’orecchiabile brano ‘Mi Sento Bene’, ricorda il singolo ‘Dio è Morto’ dei Nomadi. A confermare questa tesi è stato anche Valerio Scanu, ex cantante di Amici di Maria De Filippi e vincitore del Festival (tra le contestazioni dell’Orchestra che hanno accartocciato e lanciato gli spartiti in segno di protesta) con il brano ‘Per Tutte Le Volte Che’. A lanciare la somiglianza tra il ritornello della canzone sanremese di Arisa con quella dei Nomadi è stato un giornalista di Rolling Stone Italia, Gaspare Baglio. Oltre a queste accuse, continua a far discutere il gesto di stizza sul palco dell’Ariston fatto durante la seconda serata da Arisa: la cantante ha sbagliato il testo durante la sua esibizione. Ma quella di Arisa non sarebbe l’unico singolo “copiato”. Secondo il pubblico social, il brano dei Boomdabash “Per Un Milione” sarebbe molto simile al tormentone estivo di Luis Fonsi ‘Despacito’, mentre la canzone del favorito alla vittoria della 59esima edizione di Sanremo Ultimo, ‘I Tuoi Particolari’ ricorderebbe ‘Che Giorno è’ di Marco Masini.

Festival di Sanremo: Achille Lauro accusato di plagio dopo Einar e Arisa

Secondo diversi telespettatori un altro sospetto di plagio tra i brani in gara, oltre a quelli di Einar e Arisa, è la canzone di Achille Lauro dal titolo ‘Rolls Royce’. Il singolo del Festival di Sanremo 2019 sarebbe molto simile a una vecchia ballata struggente del 1979 degli Smashing Pumpkins. A sostenere questo è stato anche Frankie-Hi-NRG, nome d’arte di Francesco Di Gesù, che ha rilanciato sul suo profilo Twitter una segnalazione fattagli da un suo fan, taggando anche Striscia la Notizia. A noi de LaNostraTv non sembra di vedere alcuna somiglianza ma non spetta di certo a noi decidere.

About Marco Santoro

Studente di Psicologia Clinica. Come autore radiofonico ha firmato undici programmi, come produttore e conduttore è stato on air a Generazione Talenti, intervistando i ragazzi di Amici e di altri talent. Gestisce i siti di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *