X


Vittoria Puccini, fiction Il processo: “Mi innervosisco quando…”

Scritto da , il 29 Novembre, 2019 , in Serie & Film Tv
foto Vittoria Puccini, il processo

Il processo anticipazioni fiction Canale 5, Vittoria Puccini è Elena Guerra: “Mi innervosisco per le ingiustizie”

Andrà in onda stasera la prima puntata della nuova fiction di Canale 5 Il processo, con protagonista Vittoria Puccini, che interpreta il PM Elena Guerra. E proprio in vista del debutto della serie tv, l’attrice si è raccontata con un’intervista pubblicata sulle pagine dell’ultimo numero del settimanale TelePiù, dichiarando:

Quando leggo o vengo a sapere di ingiustizie, mi innervosisco. Ho familiarità con il diritto perchè con mio padre professore di diritto pubblico e mio nonno avvocato, ho masticato la legge fin da piccola.

“Mi ero anche iscritta a Giurisprudenza, ma non ho fatto neanche un esame. A mio padre sarebbe piaciuto se fossi rimasta nell’ambiente” ha poi aggiunto, continuando: “Vorrei sapere cosa ne pensa ora che interpreto una donna di legge”.

Vittoria Puccini, anticipazioni Il processo: “Mi sono innamorata del personaggio di Elena”

Continuando l’intervista, Vittoria Puccini sulla fiction Il processo (QUI le anticipazioni della prima e della seconda puntata) in particolare sul ruolo da lei interpretato, Elena Guerra, ha poi rivelato:

Appena ho letto la sceneggiatura, me ne sono innamorata. Il PM Elena Guerra deve capire cos’è successo negli undici minuti in cui è stata uccisa una ragazzina, con la quale scopre sin da subito di avere un legame.

“Elena è disposta a pagare un prezzo molto alto pur di arrivare a scoprire la verità” ha sottolineato subito dopo.

Anticipazioni Il processo, fiction Canale 5. Vittoria Puccini: “Alla fine delle riprese ero sfinita”

Infine, prima di concludere l’intervista, Vittoria Puccini sulla fiction Il processo ha ammesso:

Imparare a memoria le lunghe requisitorie è stato un lavoro davvero molto stancante. Alla fine delle riprese ero sfinita.

Accanto a Vittoria Puccini nella fiction Il processo recita inoltre Francesco Scianna, nei panni di un avvocato penalista ambizioso e spregiudicato. La storia è ambientata a Mantova.